Nuovo modulo, nuovo ciclo, made in Ancelotti

QUESTA RUBRICA VUOLE ESSERE UNO SPAZIO APERTO ALLE OPINIONI DEI TIFOSI AZZURRI CHE OGNI SETTIMANA POTRANNO ESPRIMERE IL PROPRIO PUNTO DI VISTA.
CON IL GRUPPO “I BASTIONI AZZURRI”, OVVERO CON I “TIFOSI DI NAPOLI E DEL NAPOLI”, TIFOSI NEL BENE E NEL MALE, CONTROPIEDE AZZURRO APRE UN DIALOGO SETTIMANALE VOLTO A COGLIERE PREGI E DIFETTI EMERSI DURANTE LA GARA DEL NAPOLI , E SE QUALCHE BASTIONE AZZURRO CHE VIVE IN ALTRI PAESI DEL GLOBO VORRA’ PARTECIPARE, DARA’ UNA TESTIMONIANZA ANCOR PIU’ APERTA PIU’ OGGETTIVA E PIU’ LIBERA.

**************

NAPOLI – FIORENTINA 1-0.  Commento tecnico a cura di STEFANO BARBATO, Bastione  MILANO

Il 4-4-2 di Ancelotti è una buona base di partenza per un nuovo ciclo. Re Carlo lo aveva detto “venite e divertitevi”, un appello ed un invito a quei tifosi del Napoli che hanno voluto disertare il San Paolo in segno di protesta contro la presidenza. Dopo aver perso lo smalto contro la Sampdoria a Genova, il Napoli affronta quella Fiorentina che lo scorso anno, con una pesante vittoria (tripletta di Simeone) gli costò il sogno scudetto. La cornice di pubblico non è di quelle consuete al San Paolo, complice anche il gran caldo. Il Napoli si presenta con un 4-3-3 così composto: Karnezis, Mario Rui, Koulibaly, Maksimovic, Hisay, Zielinski, Hamsik, Allan, Insigne, Mertens, Callejon; salvo poi rivelarsi un 4-4-2 con Insigne e Mertens coppia d’attacco e Mario Rui e Callejon sulle fasce. La viola schiera un 4-3-3 così composto: Dragowski, Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi, Veretout, Benassi, Gerson, Chiesa, Eysseric, Simeone Partenza aggressiva del Napoli che al 4° con un guizzo di Allan prova un tiro dai venti metri. Fiorentina che parte un po’ a rilento e attende nella propria metà campo. All’ 11° Eysseric trova la conclusione da fuori ma un attento Karnezis devia in angolo. Grande occasione al 20° per Lorenzo Insigne che di interno destro manda fuori di poco. Fiorentina che fino ad ora non riesce a tenere la palla tra i piedi e la riconsegna sempre al Napoli. Al 26° molto bene Koulibaly che spicca di testa su azione di attacco della Fiorentina e mette in angolo. La partita è apprezzabile con un Napoli che crea occasioni nonostante una buona difesa della viola. Sempre K2 al 30° rischia il giallo con un fallo su Simeone. Al 36° Insigne tenta un pallonetto su Dragowski che non si fa trovare impreparato. Sciocchezza di Allan al 38° che perde palla a ridosso dell’area di rigore azzurra dove Chiesa trova un ottimo tiro che finisce alla sinistra di Karnezis. Il Napoli è calato facendo risalire di più la Fiorentina. Al 42° giallo per Benassi che interviene duro su Mario Rui. In chiusura di primo tempo una buona Fiorentina che rischia poco col Napoli. Partito meglio il Napoli, ma la Fiorentina con la sua personalità e buon gioco difende bene e riparte. Gli azzurri in attacco provano a creare centralmente con Insigne e Mertens, non lontano dal napoletano. Sulla sinistra Mario Rui è molto presente quasi un 4° attaccante aggiunto, con Callejon a destra. Chiesa molto generoso ma poco efficace nelle ripartenze. Il secondo tempo riparte con le stesse formazioni della prima parte della partita. Al 46° spreca una ottima occasione Hamsik che tira fuori dallo specchio della porta. Le squadre incominciano ad essere più lunghe e disunite e al 55° Mertens calcia di poco a lato alla sinistra di Dragowski. Subito dopo dentro Milik proprio al posto del belga, poco brillante stasera. Al 62° grande giocata palla al piede di Zielinski che si incunea nella difesa viola ma alla conclusione calcio alto. Il Napoli sembra più incisivo ora ed ha la consapevolezza di poter fare la giocata vincente. Al 69° fuori Callejon, non così efficace in fase offensiva, dentro uno scalpitante Ounas. Gli azzurri attaccano con convinzione ma la Fiorentina non vuole cedere sotto i colpi del Napoli che al 79° la sblocca con LORENZINHO. Una splendida combinazione tra lui e Milik che si è dimostrato pronto e decisivo nel momento in cui è stato messo in campo. Le due punte si cercano spesso con lo spostamento di Insigne al centro dell’attacco. All’81° Rog subentra all’ottimo Insigne che merita gli applausi di tutto lo stadio ed un bacio affettuoso di Re Carlo. La Fiorentina è stanca e accusa il contraccolpo, grazie anche al gran caldo mentre il Napoli nel finale controlla bene la partita. Al 90° Mario Rui scambia con Zielinski che si fa trovare pronto solo davanti a Dragowski che gli nega la gioia del 2-0. Ancora una occasione per il Napoli con Milik che in contropiede si crea una buona opportunità ma Victor Hugo la mette in fallo laterale. Finisce qui! Il Napoli batte una buona Fiorentina grazie al gol del nostro Insigne, migliore in campo, che fa 50 goal in serie A.
Stefano Barbato
Informazioni su Redazione 1595 Articoli
---

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*