Osservazioni (semiserie) su Napoli-Cagliari

– Cambia più titolari Ancelotti di partita in partita che partiti la Lorenzin di Governo in Governo…

– Dopo il match con il Liverpool Mario Rui è diventato pure un poco più alto…

– Pochi minuti e già si è capito che il Cagliari, talmente che è tutto schierato in difesa, che Simeone è passato in un attimo da “attaccante isolano” a “attaccante isolato”…

– Quando si ha nostalgia di una propria ex e ci si deprime pensando che il passato non può tornare, ma poi Marko Rog che torna a farsi ammonire al San Paolo ti riapre il cuore alla speranza…

– Niente, un amico che sta guardando la partita in streaming mi diceva che non ha capito se l’azione è così lenta perchè ha problemi di connessione lui o perchè abbiamo proprio la uallera noi…

– Tutto a posto, Mario Rui s’è accorciato n’ata vota

– Ha chiesto Insigne se dopo il rigore col Lecce possono fargli ripetere anche questo tiro a giro col Cagliari…

– Giustamente Allan prova a fare il Pirlo della situazione. Ha pensato “Se stasera Olsen è diventato un portiere vuoi vedere che io non posso diventare un regista ?”…

– Non è vero che i cambiamenti climatici sono un fake: a me, per esempio, dopo questo palo di Mertens bell’e buono m’è venuto o’fridd n’cuollo

– Ha detto Carolina Morace in telecronaca che sta per entrare “L’Oriente”. Quindi più che a far salire la squadra Ancelotti punta a spostarla verso Est…

– Ho visto donne esultare come per un gol ad un passaggio a centrocampo di Di Lorenzo e non capivo. Poi ho notato Llorente a bordocampo che si toglieva la maglia da allenamento per mettersi quella da gioco…

– E comunque, quando la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo sancì che “Tutti gli uomini nascono uguali”, è evidente che non tenne conto del fatto che c’è chi nasce col fisico di Llorente e chi con quello di Mario Rui. Si scherza, Marittiè, te voglio bene

– Certo, se questo “Autogol” che alla Juve sta segnando tanto lo avessimo comprato noi adesso staremmo parlando d’altro…

– Ma VaffanCastro…

– Che poi se Koulibaly ha detto qualcosa all’arbitro Di Bello non è colpa di Koulibaly ma dell’arbitro Di Bello che ha un cognome che si presta troppo alle rime…

 

Bruno Marchionibus

 

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 957 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*