OSSERVAZIONI (SEMISERIE) SU NAPOLI-CESENA

– Dal punto di vista del look, questa stagione potrebbe riassumersi parafrasando Nino D’Angelo. “Nu jeans per maglietta”…mertens
– Premessa: chiedere il premio Champions anche in caso di terzo posto dopo una partita come quella col Dnipro è come chiedere “Professore me lo mette il 30 ?” dopo un esame a cui si è fatta scena muta…
– L’autoironia manifestata nel chiamarsi Capelli e rasarsi a zero…
– Dimenticarsi della squalifica di Benitez, guardare Pecchia in panchina e pensare << Bhè, certo che Rafa è dimagrito tanto >>…
– SKY ricorda che il Cesena non segnava a Napoli in Serie A dall’ ’82. Ottantadue sono anche i metri liberi che Koulibaly concede a Defrel in occasione del primo gol. 1-0 Cesena…
– In tre minuti Mertens ribalta tutto; prima segna l’1-1, poi mette sui piedi di Gabbiadini il pallone del sorpasso. Già in Ucraina il migliore, Dries dimostra la grinta di un guerriero, mentre molti dei suoi compagni hanno la stessa energia che aveva nei fumetti Paperino quando dormiva beato sulla sua amaca…
– Gabbiadini è come i supereroi nei film: sempre nel posto giusto al momento giusto. Appare il segnale in cielo e subito compare Batman; appare un pallone in area di rigore e subito compare Manolo…
– Obelix da piccolo cadde nel pentolone di pozione magica. Inizio a credere che a molti dei nostri sia capitato lo stesso con un pentolone di camomilla…
– Secondo me Jorginho gioca solo perché è lui a portare il pallone da casa…
– Dalla rovesciata che ha fatto, secondo me Brienza da piccolo guardava Holly e Benji. Dalla rovesciata che ha fatto, secondo me da piccolo Cascione NON guardava Holly e Benji…
– Comunque battere una squadra bianconera è sempre piacevole…

Bruno Marchionibus

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 979 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*