Ottavi di Coppa Italia

Nonostante da diversi anni se ne discuta il format e si deplori una formula che di sicuro scoraggia molti tifosi (in primis per i vantaggi concessi alle otto “grandi” della Serie A), la Coppa Italia resta una competizione affascinante e alla portata di (quasi) tutti, e, in un periodo storico di dominio bianconero, è già una notizia. Di certo la Juventus non è abituata a snobbare la Coppa, avendo vinto le ultime quattro edizioni (nella stagione 2013-2014 fu il Napoli a battere la Fiorentina, in un’accesa finale conclusasi 3-1). Tuttavia, dagli ottavi di finale in poi (e soprattutto con la formula della doppia semifinale) pronostici all’apparenza scontati possono essere sovvertiti: non sono poi così rare le grandi “cavalcate” di squadre di serie B o anche di Lega Pro.

Il programma degli ottavi è stato spalmato tra oggi, sabato 12 gennaio, e lunedì 14, così da “ristorare” i tifosi in astinenza di calcio.
Si comincia con Lazio-Novara alle 15 (Rai2, arbitra Abbattista). Inzaghi non vuole lasciarsi sfuggire i quarti (dove affronterà la vincente di Inter-Benevento) e limita il turn-over: Proto, Cataldi e Caicedo scalpitano per una maglia da titolare, ma dovrebbero essere del match Milinkovic, Lulic e Correa.
Si prosegue alle 18 con Sampdoria-Milan (Rai2, arbitra Pasqua), sfida che promette spettacolo. Un Milan in crisi di gioco e risultati si presenterà a Genova con la formazione-tipo: il ballottaggio Higuain-Cutrone resta vivo, a supportare la punta Castillejo e uno tra Borini e Calhanoglu; Conti potrebbe tornare dal primo minuto dopo il lunghissimo infortunio, mentre il nuovo acquisto Paqueta si accomoderà in panchina. Anche la Samp limiterà il turn-over, Giampaolo pensa a Caprari e all’eterno Quagliarella in attacco, con Ramirez o Saponara in supporto. Chi passa affronterà la vincente di Napoli-Sassuolo.
Alle 20.45  si concluderà con Bologna-Juventus (Rai1, arbitra La Penna). Tra i bianconeri, le uniche novità di formazioni sono Spinazzola e Kean, che rileveranno Alex Sandro e Mandzukic (infortunato). I felsinei, reduci dalla bella prestazione del San Paolo, potranno contare sui nuovi acquisti Soriano e Sansone, con quest’ultimo che partirà dalla panchina. La vincente affronterà chi avrà la meglio nella sfida Cagliari-Atalanta.

Anche domenica 13 la prima sfida sarà alle 15: all’Olimpico si giocherà Torino-Fiorentina (Rai2, arbitra Abisso). Sia Pioli che Mazzarri giocheranno con le migliori formazioni possibili (nel Torino giocherà Ichazo, portiere di coppa), e la vincitrice affronterà la vincente di Roma-Virtus Entella.
Alle 18 sarà la volta di Inter-Benevento (Rai2, dirige Giua). Tra i nerazzurri avranno spazio diverse seconde linee, come Lautaro Martinez, Candreva, Keita, Gagliardini, Dalbert e Padelli; i campani si affidano al tandem Insige-Coda per far male alla difesa meneghina e sognare un incredibile quarto di finale.
Alle 20.45 scenderanno infine in campo Napoli e Sassuolo (Rai1, arbitra Chiffi). Nei partenopei certi di un posto Insigne e Koulibaly, squalificati in campionato; tra i pali il ballottaggio tra Meret e Karnezis è serrato, ma l’italiano è favorito. Si rivede Hysaj sulla fascia destra, così come Diawara a centrocampo (Hamsik è reduce da un infortunio). Davanti Milik è favorito su Mertens, il quale ha recuperato da una distorsione alla caviglia ma partirà dalla panchina. Neroverdi con il portiere di coppa Pegolo, e che dovrebbero schierare in attacco il tridente Matri, Berardi, Di Francesco.

Lunedì il programma si chiuderà con due sfide: alle 17.30 andrà di scena Cagliari-Atalanta alla Sardegna Arena (Rai2, dirige Piccinini), mentre alle 21 si giocherà Roma-Virtus Entella (Rai2, arbitra Di Paolo). Occhio ai liguri, che hanno eliminato il Genoa ai rigori nel turno precedente. Nei giallorossi dovrebbe rientrare Lorenzo Pellegrini, mentre in porta giocherà Mirante. In avanti, spazio a Kluivert, Zaniolo e Perotti a supporto di Edin Dzeko.
In gare ad eliminazione diretta le sorprese non mancano mai: guai a sottovalutare avversari inferiori sulla carta. Il bello della Coppa Italia è anche questo.

Claudio Urciuolo

Claudio Urciuolo
Informazioni su Claudio Urciuolo 70 Articoli
Collaboratore

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*