Per l’undicesima volta il Real Madrid vince la Champions League

Che sia stato sconfitto il “cholismo” con un gol in fuorigioco sembra, per l’Atletico, un’ulteriore beffa dopo quella patita due anni fa a Lisbona sempre contro il Real Madrid. Non è stata una partita eccezionale, tutt’altro, ma sicuramente molto combattuta: nel primo tempo è il Real a dominare per larga parte soprattutto dopo il vantaggio; nel secondo tempo è stata la grinta dell’Atletico a mettere in difficoltà i blancos colpevoli di non aver chiuso il risultato nel primo tempo e troppo stanchi per reagire dopo il pareggio subito. Poi i rigori, ovvero l’azzardo, il caso, la fortuna che sa dove andare.

Nel primo tempo le squadre rinunciano alla fase di studio per imporre il proprio gioco e il Real, dopo una debole conclusione di Koke e una pericolosa punizione di Bale, passa in vantaggio al 15°: punizione di Kroos con torre di Bale su cui interviene Ramos (in fuorigioco) che anticipa Oblak. L’Atletico accusa il colpo e non riesce a rendersi pericoloso, mentre il Real può giocare in contropiede o addormentare la partita. E si va al riposo col vantaggio del Real.

Alla ripresa, Simeone tenta la carta Carrasco al posto di Augusto per proiettarsi in avanti e dopo un minuto l’episodio che avrebbe potuto mutare il risultato finale. Pepe atterra in area Torres e l’arbitro fischia il rigore. Dal dischetto Griezmann, senza rincorsa tira forte e colpisce la traversa: sfuma il possibile pareggio ma aumenta la grinta e la rabbia degli uomini di Simeone che al 54° potrebbero segnare con Savic e al 59° con Saul con una girata al volo. Ora è il Real in affanno ma la tecnica può supplire talvolta alla superiorità dell’avversario: Benzema, lanciato da Modric se ne va e, solo, davanti a Oblak non sfrutta l’occasione del raddoppio. Ancora Modric serve Ronaldo che non segna; altre due occasioni con Ronaldo e Bale sprecate, poi la giustizia del calcio : Juanfran crossa per Carrasco che beffa Navas. Sull’1-1 tutto è possibile, l’Atletico ci crede e il Real è molto stanco. Al 93° l’Atletico potrebbe sfruttare uno splendido contropiede, ma Ramos entra fallosamente e salva una situazione pericolosa. Si va ai supplementari.

Nel primo dei due tempi è Ronaldo di testa a impensierire Oblak che blocca e qualche minuto dopo Bale di potenza. L’Atletico non sta a guardare e Griezmann viene fermato da Danilo.

Nel secondo tempo si gioca poco per le tante interruzioni di gara con i giocatori stanchissimi e in preda ai crampi e si va ai rigori. Juanfran sbaglia e la Champions League ritorna dopo due anni al Real Madrid.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2056 Articoli
Giornalista

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*