Per Manolas si tratta a oltranza, James è sempre più azzurro

Per Manolas non bastano più 3,5 milioni più bonus: la richiesta ora è di almeno 500 mila euro più alta e coinvolge anche i bonus. Raiola e il direttore sportivo Giuntoli si sono incontrati a Montecarlo, quasi in un braccio di ferro: da un lato la società Calcio Napoli che vuole chiudere, dopo un accordo preciso sull’ingaggio e il cartellino coinvolgendo nella trattativa anche Diawara; dall’altra parte la Roma, che aveva accettato il passaggio del difensore greco per ottenere un centrale che piace a Fonseca ma soprattutto per far quadrare i conti del bilancio entro il 30 giugno. Per le stesse ragioni, la Roma è riuscita a trovare l’accordo con la Dinamo Mosca per la cessione del brasiliano Gerson acquistato nel 2016 dal Fluminense per 16,5 milioni: il centrocampista, classe 97, può raggiungere la squadra russa per 10 milioni, più una percentuale sulla eventuale rivendita. Tutto dovrà quadrare entro le 24 di stasera per migliorare il bilancio più rosso che giallo della Roma.

Intanto mentre il Napoli è sempre in trattativa avanzata per James Rodriguez, ormai in ferie dopo l’eliminazione della Colombia dalla Copa America, Giuntoli lavora per i giocatori che non rientrano più nel progetto Napoli: Hysaj, Mario Rui, Inglese, Ounas, Verdi, Rog e Vinicius. Discorso a parte invece per Sepe che dovrebbe essere acquistato a titolo definitivo dal Parma che pagherebbe 5 milioni per il riscatto, e anche per Grassi al quale il club di Pizzarotti vorrebbe concedere un’altra chance con un nuovo prestito. Ciciretti invece, che a gennaio è passato all’Ascoli, potrebbe approdare al Pescara. Per Inglese si sono fatte avanti le società del Bologna, della Fiorentina e del Sassuolo che hanno chiesto di intavolare la trattativa tentando di abbassare il prezzo che De Laurentiis ha stabilito intorno ai 20/25 milioni. Per Mario Rui e Simone Verdi c’è l’offerta del Toro molto lontana dalla richiesta del Napoli e infatti su TorinoGranata.it, si legge: ”Al momento per la coppia che interessa al Toro c’è molta differenza tra domanda e offerta, almeno 15 milioni, ma la fretta di dover cedere potrebbe giocare a favore di Urbano Cairo.”  Secondo il Torino, De Laurentiis potrebbe aver fretta di chiudere per un tesoretto intorno ai 70/80 milioni per mettere le mani su un terzino sinistro, un centrocampista centrale e, magari, una punta da affiancare a Milik.

I nomi sono sempre gli stessi: Lozano, Rodrigo, Grimaldo e un centrale ancora in osservazione tra Bennacer e Veretout. Quello di luglio sarà comunque un mercato molto interessante dopo almeno tre anni di consolidamento di un gruppo già esistente che mal digeriva nuovi innesti. E la notizia mercato più importante verrà dalla conferma (o meno) di Allan e Insigne. Il piccolo sgambetto di Raiola, quasi come elemento di disturbo per chiudere in fretta il passaggio di Manolas, sembra voler forzare la mano a De Laurentiis magari per un rinnovo e un ritocco all’ingaggio di Lorenzo.
Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2082 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*