Per Napoli Sassuolo designato il triestino Piero Giacomelli che in questa stagione ha già diretto Napoli Palermo

Per Napoli – Sassuolo è stato designato il 38enne Piero Giacomelli della sezione di Trieste. Il suo debutto nella Can A risale al 2012 e l’annuncio fu dato con 20 giorni di ritardo rispetto alla presentazione stagionale degli arbitri per la decisione di ampliare l’organico con l’impiego degli addizionali di porta. Ex promotore finanziario del gruppo Compass, oggi gestore del Caffè Rossetti nel centro della città, è più noto per un certo esibizionismo che per prestazioni ottimali. Sempre con la divisa a maniche corte per mostrare il proprio fisico palestrato, è molto assiduo e presente su Facebook dove (fino a poco tempo fa) si celava con il profilo di Jack O’ Melly. Nel 2013, forse, la sua peggiore direzione tra Cagliari e Genoa che fece dire all’ex arbitro Cesari: “Non è nuovo a certe sciagurate decisioni”, riferendosi all’espulsione di Manfredini che, immobile, aveva ricevuto falli e manate da Conti. Ma Giacomelli, in un incontro organizzato dall’Ussi (Unione Stampa Sportiva Italiana) ammise i suoi errori e di fronte all’accusa di narcisismo disse: “Un po’ noi arbitri lo siamo, basta vedere le nostre divise: sembriamo dei fighetti”. Giacomelli ha incontrato già quattro volte il Napoli nella sua carriera fischiando due vittorie, un pareggio ed una vittoria, l’ultima, quest’anno al San Paolo contro il Palermo. Il Sassuolo invece conta, con l’arbitro triestino, 5 sconfitte, 2 pareggi ed una vittoria. Con Giacomelli sono stati designati gli assistenti Dobosz di Roma e Tegoni di Milano; IV ufficiale Costanzo di Orvieto; addizionali d’area Damato di Barletta e La Penna di Roma.

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2085 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*