Platini in stato di fermo a Nanterre, nuove accuse

Michel Platini sarebbe attualmente in stato di fermo a Nanterre: le ipotesi di reato sono “corruzione privata”, “associazione a delinquere”, “traffico di influenze e ricettazione di traffico di influenze”. Un vero terremoto che, ancora una volta, mette in discussione la regolarità nell’assegnazione dei Mondiali dietro pressioni di natura politica ed economica.

Era la fine di maggio del 2015 quando Contropiede Azzurro pubblicava: “Trema la FIFA”
La bufera è scoppiata dopo il blitz che ha portato a sette arresti per tangenti e 14 rinviati a giudizio. Con l’indagine dell’FBI sull’attività della FIFA degli ultimi 20 anni, in particolare per l’assegnazione dei mondiali e gli accordi diritti Tv, si è iniziato ad aprire l’armadio degli scheletri. Si sospettano tangenti per 150 milioni di dollari secondo l’indagine condotta dal Dipartimento americano della giustizia che fonda l’accusa sulla corruzione nei confronti del Comitato esecutivo della FIFA. Oltre alla corruzione, le accuse dovranno far chiarezza sul riciclaggio di denaro e sul racket per frodi telematiche. Anche la procura svizzera intanto ha aperto un’inchiesta con l’ipotesi di “riciclaggio e gestione sleale ”, in riferimento all’attribuzione dei Mondiali di calcio 2018 e 2022 alla Russia e al Qatar. CONTROPIEDE AZZURRO, nell’articolo IL POTERE USA IL CALCIO pubblicato il 4 luglio 2014, faceva il punto della situazione spiegando come e perché si fosse giunti all’assegnazione dei Mondiali in un Paese dove Blatter disse “fa caldo” da cui l’ipotesi di disputare il torneo in inverno. Tanto per capire che cosa, in vent’anni, gli alti ufficiali dell’organizzazione che governa il calcio mondiale, hanno deciso secondo un progetto criminale. Le indagini sono appena iniziate e i centinaia di faldoni sequestrati dovranno essere esaminati; intanto si aprono altri fronti di guerra: da un lato Asia e Russia contro l’ingerenza americana, e dall’altra il ruolo dell’UEFA che si dice “stupito e addolorato” per gli arresti avvenuti a Zurigo e minaccia di boicottare il congresso, mentre Tavecchio, dopo aver parlato con Platini, voterà contro Blatter. Una bufera che per vent’anni è stata solo annunciata, finalmente è scoppiata: e questo è il giorno anche di Diego Maradona che ha dichiarato: “Io lo dicevo da tempo, non sparavo in aria e invece mi hanno trattato come pazzo: è un’istituzione di corrotti”.

Da allora altri 4 anni sono trascorsi con Platini sospettato anche di aver ricevuto un quadro di Picasso, come rivelava il settimanale britannico Sunday Times, dall’ex presidente dell’Unione russa di calcio, Viacheslav Koloskov, come incentivo a scegliere la Russia come Paese ospitante per i mondiali del 2018. Alla fine del 2015 fu accusato di avere illegalmente ricevuto proprio da Blatter due milioni di franchi svizzeri nel 2011 per consulenze svolte tra il 1999 e il 2002 e dopo una squalifica a 8 anni, ridotta a 4 e alla fine scagionato lo scorso anno dalla Magistratura elvetica, ora sembra dover dar conto di decisioni prese durante una cena all’Eliseo nel lontano 23 novembre 2010 organizzata da Nicolas Sarkozy. Durante questo incontro in cui partecipava anche Claude Guéant, all’epoca segretario generale dell’Eliseo, si sarebbero negoziate, con l’emiro del Qatar, Tamim ben Hamad al Thani, le condizioni per consentire l’assegnazione dei Mondiali 2022: qualche giorno dopo il voto della FIFA confermava il Qatar Paese ospitantei Mondiali 2022. I francesi famosi nella storia per accordi segreti, chiedevano un “padrone emiro” per il PSG e altre agevolazioni industriali e televisive. Tutte le richieste sono poi diventate realtà e per Michel Platini, inizia un nuovo percorso per dimostrare la sua estraneità dopo che pochi giorni fa aveva detto:“Contro di me un complotto di Tas e Fifa. Ora si puniscano i colpevoli. Non è rimasta in piedi nessuna accusa di corruzione o altro. Ho idee su chi mi abbia colpito ma non ho prove“. Per dieci anni, altri non hanno avuto prove sufficienti a far dimenticare il suo nome; oggi, Platini potrebbe essere destinatario di una vendetta.
Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2036 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*