Prima uscita stagionale del Napoli sconfitto dal Benevento di Inzaghi

In tremila sugli spalti per assistere alla prima sgambatura del Napoli 2019-2020. Grande entusiasmo ma anche tanta curiosità in un’atmosfera profondamente mutata rispetto agli anni scorsi e in particolare da quando “il gran rifiuto di Higuain” sporcò la sua immagine fiaccando la fiducia non certo rinnovata dall’ex tecnico di Figline Valdarno. Ora è tutto un guardare avanti in un susseguirsi di entusiasmo, razionalità, pessimismo, sogno. E siamo a Napoli – Benevento: Inzaghi e Ancelotti a ricordare e De Laurentiis con Vigorito a parlare amabilmente. Prima della partita un gesto simbolico del Presidente che ha offerto a Christian Maggio la maglia n. 308 negata dall’ex tecnico ora alla Juve: “Tu hai giocato 308 partite con il Napoli, purtroppo non c’è stato l’ultimo giro di campo e quindi te lo dovevamo. Pensavo fossi rimasto con noi, hai onorato la maglia che hai indossato. Sei stato uno dei primi calciatori che ho portato il Napoli in serie A”.

La partita: Nel primo tempo, gli azzurri impongono un ritmo alto pur subendo l’intraprendenza di Insigne che più volte tenta di sorprendere Karnezis. Ma al 19° è il Napoli a passare in vantaggio con il biondissimo Callejon: tiro incrociato che finisce sotto l’incrocio dei pali. Il Benevento non demorde e poco dopo la mezz’ora trova il pareggio con Coda che sfrutta un blach-out di Maksimovic e spinge in rete da pochi passi. Nella ripresa, Ancelotti cambia ed entrano Di Lorenzo, Tonelli e Contini. Fuori Malcuit, Maksimovic e Karnezis per la nuova formazione degli azzurri: Contini; Di Lorenzo, Tonelli, Luperto, Ghoulam; Callejon, Rog, Gaetano, Younes; Verdi, Tutino. Anche Inzaghi cambia quasi tutti i giocatori e la nuova formazione del Benevento è schierata con Gori; Gyamfi, Tuia, Antei, Letizia; Volpicelli, Sanogo, Vokic, Improta; Armenteros, Insigne. Ma non finiscono le sostituzioni né per il Napoli, né per il Benevento che hanno bisogno dell’amichevole per test di tattica. Poche le occasioni gol come quella all’81° con il Napoli che si rende pericoloso sugli sviluppi di un corner con Sgarbi, ma all’89° è il Benevento a passare in contropiede: palla raccolta da Vokic che fa passare il pallone sotto le gambe di un difensore e sorprende il portiere Contini. Finisce 2-1 l’amichevole tra il Benevento e il Napoli che tornerà a scaldare i motori venerdi con il Feralpi Salò.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2057 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*