Quale Palermo scenderà in campo con il nuovo tecnico?

E’ attesa la conferenza stampa di Walter Novellino che inizierà alle 14 presso la sala stampa Tenente Onorato. Dopo una settimana convulsa, ora Zamparini chiede ai tifosi di stringersi alla squadra, mentre Walter Novellino sta già pensando ad un cambio tattico tornando al 4-2-3-1. Appena mercoledì, la squadra ha sostenuto una doppia seduta di allenamento a Boccadifalco agli ordini di Giovanni Tedesco e Fabio Viviani con lavoro differenziato per Achraf e Edoardo Goldaniga.

images (7)Per Novellino, in campo già venerdì pomeriggio, poche ore per valutare e scegliere. All’arrivo all’aeroporto, il tecnico è apparso felice per questa nuova chance che gli ha offerto Zamparini dopo 17 anni: “ Sono contento di ripartire da qui – ha dichiarato – ; per salvare la squadra dovremo remare tutti dalla stessa parte e con l’aiuto dei tifosi, che so quanto siano bravi, ci riusciremo e mi piace ricordare di non essere stato mai licenziato da Zamparini”. E potrebbe anche battere questo record il tecnico di Montemarano, pensando che il contratto è previsto fino a giugno con 200mila euro più l’eventuale premio salvezza. Non proprio un affare dal momento che Novellino perde 225mila euro per la rescissione del contratto dal Modena che lo legava fino al 2017. Per lui una scommessa che può vincere proprio nella sfida con il Frosinone guidato da Roberto Stellone che giocava in quel Napoli tornato in A nel 2000 guidato proprio da Monzon.

Il primo contatto con la squadra, insieme con lo staff di sua fiducia, è stato di studio durante un’amichevole con gli allievi. Secondo i bene informati, Novellino ha in animo di provare la difesa a 4 con il debutto, al centro di Cionek acquistato a gennaio e che il tecnico ben conosce avendolo allenato a Modena; due esterni, Trajkovski e Quaison che dovranno fare la fascia anche in copertura per consentire alla squadra di mettersi a 4-4-1-1. Poi il gioiello Vazquez che da trequartista avrà la licenza di affondare. La probabile formazione potrebbe essere Sorrentino, Vitiello, Gonzalez, Cionek, Pezzella. Al centro il duo Jajalo e Hiljemark; poi Trajkovski, Vazquez, Quaison dietro a Gilardino.

Risponderà un Napoli che, dopo tanto tempo, ha avuto una settimana per lavorare, provare e divertirsi, come dimostrano le immagini diffuse dalla Società mentre gli azzurri si tuffano nelle pozzanghere del manto erboso. Sereni distesi e pronti a scendere in campo gli 11 titolari ai quali sarà vietato distrarsi o, peggio, sottovalutare il fuoco della Sicilia.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2118 Articoli
Giornalista

1 Commento

  1. non cominciamo a far passare il palermo come se fosse il barcellona, la prego. hanno una difesa mediocre e noi l’attacco migliore del campionato. ovvio che sta a noi prendere le redini della partita in mano. sono certo che usciremo vittoriosi dal barbera.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*