Quando andrà in archivio la telenovela Sarri?

Il centro sportivo del Napoli a Castelvolturno

Il contratto di Sarri tiene banco. In assenza di altre notizie e del campionato si parla solo di questo incontro con il presidente e delle richieste che il tecnico vorrebbe avanzare.

I soliti bene informati dicono che l’allenatore non gradisce le opzioni che la società gli ha strappato nel contratto dello scorso anno e che il presidente invece intende, c’è chi dice che lo abbia già fatto, depositare il contratto nelle sue mani in attesa di incontrare Sarri.

aurelio-de-laurentiis2La vicenda è un falso problema.

Tra De Laurentiis e Sarri di ufficiale c’è solo l’improvvisata, e forse mal gestita, conferenza stampa al termine di Napoli-Frosinone. In quell’occasione il presidente, molto chiaramente, nel rinnovare la fiducia al tecnico, si soffermò su un particolare non irrilevante.

Il numero uno in casa azzurra, infatti, nel confermare a tutti che Sarri sarebbe stato alla guida del Napoli fissò anche i termini del mercato di quest’anno, termini che non potevano che essere stati concordati con il tecnico.

“Saranno tuoi problemi far giocare tutti i 19 giocatori che metteremo a tua disposizione”, questa la frase chiara che si accoppia a quella che qualche giorno prima sempre De Laurentiis pronunziò riferendosi al piazzamento finale del Napoli in campionato: “Se finiremo secondi sul mercato per rinforzare la squadra faremo moltissimo, se saremo terzi comunque molto”.

Dovendo proprio fare come il tarlo, che lavora instancabilmente per bucare il legno ed uscire all’aria aperta, sarebbe meglio che tutti gli organi di informazione ricordassero fino allo sfinimento queste sue parole al presidente. Giusto per trattare un argomento che potrà avere dei riscontri quando la squadra partirà per il ritiro e quando l’interminabile mercato estivo sarà chiuso.

Il contratto, le opzioni, la freddezza, Tonelli in maglia azzurra che non sarebbe stato richiesto da Sarri, l’incontro che nessuno sa quando ci sarà, sono argomenti sterili, trattati perché dalla società non trapela nulla e quindi l’informazione tende a creare tensione nei lettori che, invece, sono stufi di sentir parlare sempre delle stesse cose.

Maurizio Sarri il suo contratto è lungo ed articolato
Maurizio Sarri il suo contratto è lungo ed articolato

Sarri è sotto contratto e se non accadono cose apocalittiche, allo stato impensabili, è l’allenatore del Napoli, qualunque sarà la formula. Le manovre per rafforzare la squadra, se De Laurentiis ha deciso davvero di farlo, sono iniziate da tempo. Gli obiettivi sono stati individuati. Il tecnico si è già espresso riguardo le sue preferenze. Il resto è fuffa. Anzi in alcuni casi è tendenziosità, messa in atto da chi vorrebbe e pensa di sapere ma non sa proprio nulla.

Chi segue il Napoli sa che è così. Sarebbe forse meglio dedicarsi ad altri argomenti. Analizzare oltre i numeri la stagione da poco terminata, parlare della solidità finanziaria di una società in un panorama dove le crepe dell’azienda calcio sono evidenti e preoccupanti, giocare anche un po’ sulla probabile rosa del prossimo anno partendo con equilibrio da quella già a disposizione di Maurizio Sarri.

Siamo, invece, sicuri che puntualmente la telenovela con il tecnico continuerà e che i soliti nomi di probabili acquisti saranno avvicinati o allontanati al Napoli a giorni alterni.

Meno male che la prossima settimana inizia la Coppa America e tra poco più di quindici giorni l’Europeo di Francia così si potrà parlare di calcio, quello giocato e non del nulla o quasi.

Giovanni Gaudiano

 

Giovanni Gaudiano
Informazioni su Giovanni Gaudiano 751 Articoli
Giornalista

1 Commento

  1. consapevole che sarri resterà a napoli forte di guidare una squadra che farà tremare le gambe in italia e, soprattutto in europa (sto scherzando, ovvio), resto sempre convinto che emery sarebbe stata la scelta migliore fin dall’anno scorso.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*