QUANTA FATICA

Sono passati soltanto 4 giorni dall’ultimo pareggio in campionato, contro i catanesi in terra sicula ed il Napoli, quest’oggi, è sceso di nuovo in campo. L’avversario, ancora il Catania, ma questa volta si gioca a Sant’Antimo per il secondo turno della TIM CUP primavera. Gli azzurrini giocano senza Luperto e Prezioso, espulsi nel turno precedente contro il Cagliari ed anche senza Palmiero, che proprio contro il Catania sabato scorso, ha subito una frattura che costringerà il centrocampista a rimanere fuori dai campi per alcune settimane. Questa volta però in campo si vede un Napoli molto piu attivo, con determinazione e voglia. Gli azzurrini vanno vicini al vantaggio nel primo tempo al 25′ con Persano, ma Matosevic si supera; tentativo poi con Romano al 30′, ma il suo tiro esce di pochissimo. Nella ripresa, nonostante il dominio ancora azzurro, il ritmo cala e nel finale la squadra di Saurini rischia la beffa. Contini, però, non si fa sorprendere dal tiro di Bonaccorso dalla distanza. Ma al Napoli non piace vincere facile, soprattutto in Coppa ed è cosi anche oggi. Per passare il turno, servono i tempi suplementari. All’inizio del primo tempo supplementare, quarto minuto, il Napoli va di nuovo vicino al gol, ma Matosevic nega ancora una volta la gioia agli azzurrini, sui piedi di Selva. Passano altri quattro minuti e stavolta arriva il gol. Cross di Anastasio e deviazione nella propria porta di Rescigno. Così come era sucesso sabato, il Napoli segna grazie ad un autogol. Prima della fine del primo tempo, è Bifulco ad avere la possibilità di chiudere il discorso, ma Matosevic para d’istinto. Nel secondo tempo supplementare è Contini che si fa trovare pronto e compie un mezzo miracolo su tiro di Bortolussi, mandando in angolo. Il portierino italo-ucraino del Napoli si ripette quattro minuti piu tardi su Sessa e salva il risultato. A finire in dieci, oggi è stato il Catania dopo che nei minuti finali, in seguito ad un contrasto con Anastasio, Bonaccorso ha dovuto abbandonare il campo in ambulanza. Senza altri cambi a disposizione, il Catania ha salutato la Coppa Italia primavera con un uomo in meno. Il Napoli, a fatica, va avanti e troverà, nel prossimo turno, la Lazio.

Il TABELLINO: NAPOLI 1-0 Catania (dts)

NAPOLI: Contini; Girardi, Supino (29′ st – Anastasio), Mangiapia, Guardiglio; F. De Simone, G. De Simone, Romano; Cicerello, Liivak (8′ st – Bifulco), Persano (20′ st – Selva).

CATANIA: Matosevic; Di Maio, Ramos, Sessa, Carrillo, Rescigno, Di Grazia (24′ st – Bonaccorso), Compagno (19′ st – Bortolussi), Gallo (33′ st – Cozza), Ostrek, Scapellato

GOL: 8′ sts – Rescigno (autorete per il NAPOLI)

AMMONITI: Selva (N), Ramos ( C )

Rodrigo Mazzeo

 

 

Roberto Rey
Informazioni su Roberto Rey 788 Articoli
Vignettista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*