QUANTO COSTA QUANTO VALE

Da settimane ormai il mercato del Napoli dovrebbe essere studiato dalle scienze economiche per spiegare la lievitazione dei costi di alcuni giocatori

Da due settimane si inseguono ormai i “soliti noti”: Darmian, Saponara, Allan con altri diversivi quali Versaljko, Babic, De Maio, Soriano; eppure i conti non tornano. Né va sottovalutato il “caso” – perché è un caso – del giovane Maiello che il Crotone ha riscattato per 60.000 euro non essendo stato previsto un controriscatto dal signor Bigon.

allanNelle ultime ore il ds dell’Udinese Giaretta ha dichiarato che il brasiliano Allan Marques, resterà ad Udine per il prossimo campionato nonostante le tante richieste avute dal Napoli, dalla Lazio, dalla Roma e dalla Fiorentina. Eppure era stato messo sul mercato ad un prezzo ben superiore a quello indicato da Transfer Markt (7,5 milioni). Ma sarà vero?

Altro mistero è quello di Riccardo Saponara. Il valore di mercato, secondo Transfer Markt è di 3 milioni: ammesso che da gennaio abbia meritato un salto di qualità, mai potrebbe arrivare alla cifra prima proposta al Napoli, poi negata, fino a dichiarare che il giocatore non è più sul mercato, a meno che non nascano sceicchi a Napoli.

E adesso Sime Vrsaljco, quotato 7, 5 milioni, ma con il Sassuolo che è partito con una richiesta di 12 milioni, scesi poi a 10 e la richiesta di Zapata che in questa sessione di calciomercato sembra essere il protagonista assoluto: un jolly per scambi.

Matteo Darmian sembra il vero canguro che da otto milioni della quotazione di gennaio, è giunto ai 20 milioni cash di oggi. Scaduto il tempo massimo, Cairo dice che il terzino della nazionale non parte, a meno che il Bayern Monaco non riesca nell’impresa. Ma nessuno ci crede.

E allora il Napoli che sarà, è ancora indecifrabile ancor più per il piccolo esercito di giocatori che dovrebbero sfoltire la rosa tra prestiti e cessioni, da Ghoulam, a Gargano, Inler, Albiol, Callejon, Britos, Vargas con Zapata e Jorginho quali carte di scambio. E quì la stranezza del mercato si evidenzia proprio con le valutazioni di questi azzurri che sono sottostimati. I conti non tornano e le parole del Presidente De Laurentiis in una recente intervista sono da condividere: “ La Figc deve cambiare, la Lega deve cambiare, il Coni deve cambiare. Spesso mi danno del visionario e invece ho ragione. Questo è un circo, panem et circenses, ci sto, ma aspetto che cambi”.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 1998 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*