Quarti di finale di Coppa Italia, tre giorni di sfide tutte da vivere

Gli ottavi di Coppa Italia saranno stati forse troppo scontati, dato che le “magnifiche” otto hanno tutte staccato il pass per i quarti di finale: ma proprio per questo il tabellone ci regalerà una tre giorni di sfide tutte da vivere.

MILAN – NAPOLI.  Si inizia martedi 29 con Milan-Napoli, arbitro Giacomelli,  remake a distanza di soli tre giorni della sfida di campionato (20.45, Rai1). Rispetto al turno di Serie A, Gattuso potrebbe lanciare dal primo minuto il nuovo arrivato Piatek, oltre a Castillejo (per Cahlanoglu) e Conti, chha recuperato dal problema muscolare (al posto di Calabria). Sponda Napoli, Ancelotti pensa ad un robusto turn-over, data la prestazione opaca di molti giocatori nell’ultima giornata, e la buona prova delle seconde linee contro la Lazio. Maksimovic scalpita per una maglia in difesa, (considerando l’out di Albiol e Hysaj), così come il capitano Hamsik ed il ritrovato Allan a centrocampo. Mertens, nonostante il periodo no, è pronto a rifarsi, e potrebbe guidare l’attacco azzurro con Insigne: Milik sembra destinato alla panchina e, a sorpresa, Ancelotti convoca il baby Gaetano.

FIORENTINA – ROMA. Mercoledi 30 sono due le partite in programma. Alle 18.15 al Franchi si sfideranno Fiorentina e Roma, arbitro Manganiello (Rai2). Entrambe le compagini sono reduci da partite rocambolesche e ricche di gol (3-3 a Bergamo i giallorossi, 3-4 in casa del Chievo i viola): le due difese sono state tutt’altro che lucide ultimamente, per cui è lecito attendersi una partita sotto il segno dell’ ”over”. Tra i giallorossi, De Rossi punta a scalzare Nzonzi dalla linea mediana, ma anche Santon e Schick potrebbero avere spazio dal 1’. Pioli opta per un turn-over moderato, in particolare avranno una chance di mettersi in luce Dabo, Laurini e Pjaca.

ATALANTA – JUVENTUS.  Alle 20.45 sarà la volta di Atalanta e Juventus, arbitro Pasqua (Rai1). Gli orobici saranno al gran completo, e data l’assenza di infortunati potranno giocare con la formazione-tipo: Ilicic, Zapata e Gomez sono pronti a sovvertire il pronostico ed eliminare i campioni di Italia, i quali, dal canto loro, dovranno fare i conti con una rosa insolitamente corta. Allegri è pronto a riproporre gli stessi undici che hanno vinto contro la Lazio, a meno di un incredibile recupero di Mandzukic e Pjanic (più probabile il secondo).

INTER – LAZIO.  Si chiude giovedi con con Inter-Lazio, arbitro Abisso (20.45, Rai2). Le due squadre sono reduci da due sanguinose sconfitte e vorranno subito rifarsi: in più, la Coppa Italia può diventare l’ancora di una stagione che non prevede altri obiettivi se non la qualificazione in Champions. Spalletti pronto a rilanciare Asamoah, e potrebbe rivedersi anche Perisic, in rotta con la società a causa del mercato; per il resto, giocano i titolarissimi. Anche Inzaghi si gioca molto, e non rinuncerà ai suoi migliori giocatori: l’unico dubbio riguarda il partner di attacco di Immobile, con il solito ballottaggio Luis Alberto-Correa-Caicedo.

Quattro sfide interessanti e dal pronostico incerto: non resta che confidare nelle prime otto della classe per delle partite ricche di emozioni.

Claudio Urciuolo

Claudio Urciuolo
Informazioni su Claudio Urciuolo 57 Articoli
Collaboratore

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*