RABBIA E RIMPIANTO

Quel rigore fallito dal Pipita a Bergamo ci nega il piacere del terzo posto in solitudine e proprio alla vigilia di Napoli Roma. Parliamo ovviamente del rigore parato da Sportelli su tiro di Higuain al 45° del II t. Purtroppo occorre usare il condizionale: saremmo al terzo posto almeno per un giorno, sarebbe aumentata l’autostima, avremmo rimediato ancora una volta alla solita sbavatura difensiva. Così non è, e occorre mettere i piedi a terra. Benitez aveva detto che il Napoli non era quello di Berna, né quello contro il Verona: occorreva il punto di equilibrio e forse quell’equilibrio si è trovato. Forse. Per ogni singolo azzurro ci sono state ombre e luci: Albiol innanzitutto che ha lasciato che il Tanque segnasse il sesto gol al Napoli dopo che aveva fatto da spettatore durante tutto il primo tempo. Anche Koulibaly ha meritato molte luci pur rischiando in due occasioni. Per Mertens invece la voglia di segnare limita la sua lucidità. Hamsik ha dettato i tempi di gioco aprendo e servendo fin quando ha avuto fiato. Inler ha giocato una grande quantità di palloni cercando di ragionare e far ragionare ed anche Lopez è stato un lottatore indomabile. Higuain ha fatto un gol capolavoro, ma poco ha inciso trovandosi troppo spesso spalle alla porta e spesso non riuscendo a gestire i suggerimenti di Mertens o Hamsik. Così pure Callejon che, complice la sfortuna, non ha combinato la velocità di pensiero con quella del suo piede. Incredibile. Gli orobici ringraziano. E allora non ci resta che… consolarci, considerando che il Napoli, dopo la partita col Verona, ha ritrovato la voglia di vincere. Ha pressato per tutto il primo tempo, ha creato almeno 4 palle gol ma non ha avuto la concretezza, come ha detto anche Benitez, per chiudere la partita. Resta la rabbia per due punti persi e il rimpianto di poter riaprire “quel discorso”. Guardiamo avanti: arriva la Roma.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2118 Articoli
Giornalista

1 Commento

  1. quoto al 100% la tua disamina sulla partita.
    il rammarico per i punti persi in quest’inizio di stagione cresce.
    speriamo di non doverli rimpiangere.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*