Raul Albiol, Arrivederci Napoli

Ha ufficializzato il suo addio con un commovente messaggio su Instagram il difensore spagnolo Raul Albiol, passato di recente al Villarreal: “Arrivederci Napoli”. Due parole, ma tanto valore.
In apparenza soldato semplice, in realtà un leader silenzioso. Sotto la sua ala protettiva è cresciuto un Kalidou Koulibaly forte più che mai. Con calma sapiente, onorando la maglietta azzurra col doppio 3, Albiol ha portato avanti ben sei stagioni giocate con estrema correttezza sviluppando, al contempo, un fortissimo attaccamento alla città: “E’ dura andare via ma forse questo è il momento giusto: Napoli è la città in cui sono stato per più tempo, sei anni, e non credo che questo mio primato personale possa crollare. Ma ora che sto per andare via, so che un giorno tornerò. Magari per festeggiare lo scudetto” – afferma in un’intervista rilasciata al Corriere dello Sport il giorno dopo l’addio.
Torna a casa, dunque, il leader calmo, rivelando anche che chi lo ha voluto ha insistito per ben due anni: “Sono stati caparbi, sono tornati alla carica, potevo andare via nell’estate scorsa o prima, quando mi chiamò il Valencia. Ci avevo pensato spesso, poi non ce l’avevo fatta a staccarmi da Napoli. Ora che ho 34 anni penso sia naturale avvertire il richiamo di casa, dei genitori, dei fratelli, e progettare il proprio finale di carriera”.
E ha deciso di andar via di comune accordo con la moglie, che su Instagram dedica anche lei parole commoventi a Napoli e ai napoletani: “Difficile dire addio a una città in cui i miei figli sono cresciuti, dove lasciamo tanti bei ricordi e tanti Buoni amici. Ora capisco cosa mi ha detto un amico quando è arrivato a Napoli, le sue parole erano queste – Alicia, a Napoli si piange due volte, una volta quando si arriva e L’altra quando vai via – e così è stato. Grazie Napoli, grazie per questi 6 anni meravigliosi. Grazie alle sue persone che ci hanno fatto sentire a casa. Napolitani vi porterò sempre nel mio cuore!”.
Il Villareal, ha versato 6 milioni di clausola rescissoria, poca roba insomma, proprio per garantirgli una uscita di scena tranquilla. E noi non possiamo che salutarlo – seppur con una vena di malinconia – augurandogli ogni bene, il prode e valoroso Albiol. Uno stimato professionista che resterà nella storia del Napoli non solo per aver disputato, con onore, ben 236 gare (realizzando 6 gol) ma anche – e soprattutto – per un’uscita di scena senza sotterfugi nè isterismi, da vero gentiluomo, insomma. E magari potrebbe anche tornare a trovarci presto, il condottiero spagnolo con Parthenope nel cuore chissà… la Napoli calcistica se lo augura con forza.

Simona D’Orso

Informazioni su Redazione 1490 Articoli
---

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*