Riapre il Collana? Con quali garanzie?

“La prossima settimana riapriamo il Collana a prescindere”: questa la dichiarazione dell’assessore Borriello che è sembrata quanto meno inopportuna in un momento in cui occorrerebbe fare chiarezza per dare certezze che non esistono. Da un lato c’è l’ATI, ovvero la “multisocietà” che ha vinto il bando di concorso indetto dalla Regione proprietaria della struttura e che da luglio, per 12 anni si sarebbe dovuta far carico del restyling e della gestione del Collana. Dall’altro lato il Comune che da anni ha il Collana in comodato d’uso e di fronte alla richiesta di sgombero, ha risposto con un ricorso al TAR ritenendo che il danaro piovuto per le Universiadi non debba essere gestito dai privati.

Agli utenti poco importa chi abbia ragione: agli utenti interessa che il Collana riapra al pubblico almeno in condizioni di sicurezza.

1) Gli atleti non possono, e da tempo, allenarsi alla corsa o a qualunque specialità dal momento che la pista d’atletica è talmente consumata da far emergere il cemento e, quando è bagnata diventa pericolosamente scivolosa, addirittura vietata dal Comune che invita ad una passeggiata campestre.

2) Il pattinaggio è situato in un’area con mattonelle tipo anni ’50 delle costruzioni popolari con un bellissimo albero che lacrima resina sui mattoni rendendondoli collosi.

3) Il calcio femminile stenta a decollare anche per la mancanza di un campo dove allenarsi e dove giocare e le tribune attendono certificati di staticità.

4) La palestra di scherma ha subito una grave infiltrazione d’acqua mentre Sandro Cuomo era impegnato a Rio.

5) Non occorre descrivere la Piscina che anno dopo anno perde “clienti”.

4) Nel primo pomeriggio la struttura ospita corsi per bambini dai 4 anni in su e non poche sono state le difficoltà considerando che gli spogliatoi, i bagni, i lavandini e le docce sono optional occasionalmente funzionanti.

5) Sarebbe stato quanto mai importante sentire la voce del CONI non tanto a condannare o assolvere, ma a risolvere la questione soprattutto degli atleti che perdono la loro casa.

Ora, tra gli utenti si è diffusa la voce che il prossimo 15 settembre il Collana riapre e potrebbe verificarsi la corsa alle iscrizioni dopo la dichiarazione dell’assessore : la struttura riapre “ a prescindere”. A prescindere anche dai rischi ? I Vigili del Fuoco, l’Asl, il Genio Civile hanno rilasciato certificazioni rassicuranti sulla solidità della struttura? L’Assicurazione pagherebbe un danno subito all’interno del Collana?

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2113 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*