RIECCOLI

E hanno ricominciato tappezzando la città di manifesti: “E’ tempo di osare, Napoli è stanca di partecipare. Curva A”. Il tutto apparso su televideo e corredato di vignette. E allora, qualche domanda: 1) Con quali soldi hanno fatto stampare i volantini? 2) Chi ha sporcato i muri? 3) Chi ha provveduto (e come) a far inserire il messaggio su Televideo? 4) Chi disegna le vignette? 5) Perché?
Proprio l’ultima domanda dovrebbe suscitare quanto meno curiosità nelle Forze dell’Ordine. Non c’è tifo, non c’è passione, non c’è attesa da parte di chi complotta. Fosse possibile intervistare anche uno solo degli autori dei manifesti, si toccherebbe con mano una verità già lapalissiana. Anonimamente gettano i ‘loro’ rifiuti tossici o per ignoranza (e spenderebbero soldi?) o per interessi molto poco chiari. Sarebbe fin troppo facile dire loro di guardare altrove: di guardare le difficoltà in cui si dibattono tante squadre in Europa. Sarebbe facile dir loro che il Napoli staziona tra le grandi avendo raggiunto il 24° posto nel ranking Uefa. Se volessero ragionare, si direbbe, ma quelli non vogliono questo. Forse “cacce ‘e sorde” è per la loro bandiera nera di pirati.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2057 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*