Salvo colpi di scena la finale di Champions sarà Juventus-Real Madrid

Oggi e domani le due gare di ritorno delle semifinali di Champions saranno pura formalità: la Juventus questa sera allo Stadium ospiterà il Monaco battuto 2 a o all’andata e molto vicino alla conquista dello Scudetto in Francia; il Real Madrid al Vicente Calderon avrà da confermare contro l’Atletico il 3 a 0 ottenuto al Santiago Bernabeu. La finale di Cardiff, che si terrà il 3 giugno allo stadio Millennium, sarà senza grandi sorprese Juve contro Real, difesa contro attacco, Italia contro Spagna.

realStasera la Vecchia Signora si troverà sicuramente un Monaco aggressivo ed intenzionato a recuperare le reti di svantaggio subite allo stadio Louis II la settimana scorsa. Come già è stato possibile ammirare in diversi match di campionato e di Champions, i bianconeri sicuramente approcceranno alla partita con grande concentrazione ed aggressività per poi chiudere i cancelli e colpire i biancorossi in contropiede. La gara, anche se all’apparenza sembra una mera formalità, andrà affrontata sicuramente nella giusta maniera per non consentire al genio dei talenti francesi di creare inutili apprensioni. Ciò potrebbe comportare poi una Juventus meno efficace in campionato dove il big match dell’Olimpico contro la Roma potrebbe mantenere ancora viva l’illusione di soffiare lo Scudetto alla squadra di Torino. Il Napoli, naturalmente, dovrà pensare prima a vincere la propria partita contro il Torino e, magari, in seconda battuta, sperare che i bianconeri regalino l’occasione di agguantare il secondo posto, ovvero la Champions diretta.

Il Real Madrid la settimana scorsa ha surclassato i cugini dell’Atletico al Bernabeu con una tripletta di Ronaldo, a quota 104 reti in Champions tenendo conto anche dei preliminari. Nel caso in cui un gol dovesse arrivare anche questa sera, i Blancos arriverebbero a 61 partite consecutive in rete in tutte le competizioni, eguagliando il record del Bayern di Heynckes e Guardiola del 2013-2014. A differenza dei tedeschi che però incassavano un numero minore di reti, il punto deboli degli spagnoli sembra essere proprio la poca solidità difensiva. La sfida di domani sicuramente non metterà in discussione l’approdo del Real alla finale di Cardiff ma contro la Juventus servirà una gara perfetta davanti e dietro per centrare la seconda Champions di fila.

Lorenzo Gaudiano

Lorenzo Gaudiano
Informazioni su Lorenzo Gaudiano 990 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*