Seconda giornata di campionato con due big match, Juventus-Napoli e Lazio-Roma

Dopo una pirotecnica prima giornata, il secondo turno promette uno spettacolo ancora maggiore, considerando i due incontri di cartello (Juventus-Napoli ed il derby di Roma) e la voglia di rivalsa delle sconfitte del primo turno.

BOLOGNA-SPAL  Si comincia con Bologna-Spal, venerdi 30 agosto alle 20.45 (Sky). Rossoblu con il 4-3-3, si va verso la conferma di Tomyiasu in difesa e Kingsley a centrocampo, con Palacio e Destro che si giocano una maglia al fianco di Sansone e Soriano. Spal con l’abituale 3-5-2, spazio a Petagna e Floccari in avanti.

MILAN-BRESCIA   Sabato 31 alle 18 è di scena un derby lombardo, Milan-Brescia (DAZN). Stati d’animo opposti per le due compagini: il Brescia è stato capace di imporsi a Cagliari, mentre il Milan ha perso senza produrre grandi occasioni ad Udine. Giampaolo potrebbe mischiare un po’ le carte in tavola e tornare al 4-3-3, con Suso che da trequartista diventerebbe esterno, Bennacer nella naturale posizione di mediano e Calhanoglu e Piatek a completare il tridente. Brescia invece che si affiderà proprio al 4-3-1-2, con Spalek (o Tremolada) alle spalle di Donnarumma e Aye (in vantaggio su Morosini).

JUVENTUS-NAPOLI   Alle 20.45 sarà finalmente la volta di Juventus-Napoli (Sky). Bianconeri guidati in panchina da Giovanni Martusciello, con diversi dubbi di formazione. In difesa, De Sciglio e Danilo sono testa a testa per la titolarità sull’out destro; Bonucci e Chiellini dovrebbero relegare ancora una volta in panchina De Ligt. A centrocampo, ballottaggio tra Matuidi e Rabiot (non convocato dalla Francia), con Pjanic e Khedira certi del posto. In attacco, solo Ronaldo è certo di giocare, mentre Higuain deve temere la concorrenza di Dybala e Douglas Costa quella di Bernardeschi. Gli azzurri dovrebbero riproporre la squadra vittoriosa al Franchi, con l’unica eccezione di Ghoulam per Mario Rui anche se Ancelotti potrebbe pensare a Maksimovic esterno destro.  Spazio quindi a Meret, Di Lorenzo (o Maksimovic), Manolas, Koulibaly e Ghoulam (forte ballottaggio con Mario Rui); Zielinski e Allan a centrocampo; Callejon, Ruiz e Insigne alle spalle di Mertens, con Lozano pronto a subentrare (col messicano dal 1’, Zielinski farebbe spazio a Ruiz a centrocampo). Ancora problemi per Milik sempre alle prese con i problemi muscolari che lo affliggono dalla tournèe negli States.

LAZIO-ROMA  Alle 18 di domenica è tempo di derby, è tempo di Lazio-Roma (Sky). Biancocelesti galvanizzati dalla bella prestazione contro la Samp, Roma con una difesa ancora tutta da calibrare. Inzaghi opta per il consueto 3-5-2 con i recuperati Lucas Leiva e Acerbi; in avanti, spazio ad Immobile e Correa, con Luis Alberto ad ispirare gioco. Giallorossi privi di Perotti e Spinazzola, i dubbi riguardano il terzino destro (Zappacosta o Florenzi), un centrale (Juan Jesus o Mancini) e un mediano (una maglia per Pellegrini, Diawara e Veretout). Dzeko sarà il 9, supportato da Zaniolo, Under e Florenzi (o Kluivert).

Le restanti sei partite si giocheranno domenica alle 20.45.

ATALANTA-TORINO  Match dal profumo di Europa soltanto per l’ Atalanta che sfiderà il Torino che invece ha detto addio al sogno europeo (DAZN). Orobici che ritrovano Ilicic, ma scalpita Muriel autore di una doppietta al suo debutto; certi di un posto Zapata e Gomez. Torino che esclude Nkoulou dai titolari per motivi extracalcistici; al suo posto Djidji con Bonifazi al centro della difesa. Ballottaggio a centrocampo Baselli-Lukic, Zaza e Belotti saranno i terminali offensivi.
CAGLIARI-INTER    Il Cagliari giocherà per risollevarsi, l’Inter per confermare le cose buone viste contro il Lecce (SKY). Alla Sardegna Arena sarà partita vera. Sardi che punteranno su Birsa alle spalle di Joao Pedro e Cerri (out Pavoletti), con Nandez, Rog e Nainggolan a centrocampo. Nerazzurri verso un 3-5-2 con Martinez e Lukaku in attacco. In dubbio la presenza di De Vrij, Sensi e Godin, dovrebbero giocare Ranocchia e Vecino.
GENOA-FIORENTINA  A Genova andrà in scena Genoa-Fiorentina (Sky). Liguri che dovranno fare a meno di Saponara, ma recuperano Pajac e Agudelo. Radovanovic dovrebbe infoltire il centrocampo rossoblu, mentre Kouame e Pinamonti sarà la coppia d’attacco. Viola che vogliono rifarsi dopo la sconfitta al debutto: rispetto alla partita contro il Napoli, il nuovo arrivato Dalbert prenderà il posto di Venuti sulla fascia sinistra, Benassi dovrebbe spuntarla su Castrovilli a centrocampo, in attacco spazio a Chiesa, Boateng e Sottil (o Ribery).
LECCE-VERONA   Sfida tra neopromosse al Via del Mare: il Lecce ospita il Verona (Sky). I salentini dovranno fare a meno di Farias squalificato, per l’attacco si candidano Falco, Lapadula e La Mantia. Scaligeri privi di Dawidowicz, con Tutino che potrebbe avere la chance di guidare l’attacco al posto di Pazzini.
SASSUOLO-SAMPDORIA  Ancora a 0 punti, a Reggio Emilia si smuoverà la classifica di Sassuolo e Sampdoria (Sky). Doriani con il tridente Gabbiadini (non al meglio, scalpita Ramirez), Quagliarella e Caprari; neroverdi che si affidano al trio Caputo, Berardi, Boga.
UDINESE-PARMA   Infine, l’Udinese ospita alla Dacia Arena il Parma (DAZN). Tudor con il dubbio Sema-Jajalo a centrocampo; con quest’ultimo in campo, il 3-4-2-1 diventerebbe un 3-5-2 con Pussetto scalato sulla fascia. De Paul e Lasagna (dovrebbe spuntarla su Nestorovski) si candidano per guidare l’attacco. D’Aversa potrebbe rilanciare Kucka dal 1’ al fianco di Hernani e Barillà in mediana; Karamoh e Siligardi insidiano la titolarità di Kulusevski, al contrario di Inglese e Gervinho certi del posto.
La Serie A è ripartita alla grande, e da anni non si assisteva ad un livellamento del campionato per un maggiore equilibrio e maggiore spettacolo.
Claudio Urciuolo

Claudio Urciuolo
Informazioni su Claudio Urciuolo 64 Articoli
Collaboratore

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*