Senza altre distrazioni: a Firenze per vincere

Dopo tre giorni di commenti per l’addio di Hamsik che ieri, a Coroglio, dopo l’allenamento a Castel Volturno è stato salutato dai compagni in attesa del volo per la Cina, è arrivata la smentita: Marek resta.

La speranza è che la testa, d’ora in poi, sia rivolta al Campionato e all’Europa League: la speranza è che tante emozioni non distraggano i giaguari che in 13 giorni dovranno sfidare in campionato la Fiorentina, il Torino e il Parma e in Europa League lo Zurigo due volte. Dopo la parentesi (sgradevole) di Allan pronto per il Psg e l’inattesa vicenda di Hamsik, si continua a pensare all’estate con Mertens , Inglese, Hysaj e Allan pronti a cedere il posto per Lozano, Forlans, Almendra e Immobile. Ipotesi, solo ipotesi che potrebbero essere smentite com’è accaduto molto spesso ma che non aiutano la concentrazione sull’oggi.
Il presente del Napoli è tesoro da spendere bene e oculatamente: col dovuto distacco all’idea scudetto, sarebbe importante seguire il campionato della Juve in un momento di crisi e che attende il 20 febbraio la gara di Champions con inusitata ansia. E’ pur vero che affronterà un Sassuolo e un Frosinone prima dell’Atletico Madrid, ma è giusto non dare nulla per scontato. Un Napoli che sapesse rispondere ai dubbi circa la partenza di Hamsik sul campo e (che probabilmente sarà in campo),  potrebbe dar la carica agli azzurri pronti a ricevere i bianconeri al San Paolo il prossimo 3 marzo. Era il refrain di Sarri e lo è di Ancelotti: partita, partita. Né troppo stress, né troppe aspettative, né troppe distrazioni.
E allora, testa al campionato: c’è da battere la Fiorentina che affondò ad aprile il sogno azzurro, forse spingendo Marek verso la Cina e Sarri verso il Chelsea. Oggi si va a Firenze senza conoscere il risultato che può condizionare e soprattutto tentando di bissare il risultato dell’andata deciso all’80° dal gol di Insigne. Da sabato, Lorenzo metterà la fascia da capitano?  Sarà lui a trascinare il Napoli com’è il suo sogno? Oppure riconsegnerà la fascia a Marek? L’importante è stare “sul pezzo”:  nel giorno di San Valentino, la gara contro lo Zurigo per i sedicesimi di Europa League: quella Coppa Uefa che, secondo la Gazzetta, sarebbe un possibile traguardo prestigioso cui ambisce Ancelotti con la stretta di mano dei senatori Albiol, Callejon e Mertens. E’ possibile, ma senza altre distrazioni.

(Nella foto: la prima volta di Insigne in Nizza-Napoli)

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2000 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*