Serie C per il Palermo: il tribunale federale ha accolto le richieste della Procura Federale

Dall’illusione di poter disputare il prossimo campionato in serie A, all’incubo di sprofondare in serie C. Il Presidente Albanese ha comunque annunciato che farà ricorso alla Corte d’Appello Federale: “Presentiamo appello per dimostrare che questo è un altro Palermo, che può contare sul forte
impegno finanziario del gruppo che ha acquistato la società. È una decisione incomprensibile su tutta la linea”.
Giusta l’amarezza del Presidente di fronte ad una sentenza immediatamente esecutiva del Tribunale Federale Nazionale della FIGC circa l’illecito amministrativo contestato alla società siciliana. Si salva invece l’ex presidente Zamparini per il quale il Tribunale ha dichiarato inammissibile il deferimento, mentre cinque anni con radiazione sono stati inflitti ad Anastasio Morosi e 2 anni di inibizione a Giovanni Giammarva, rispettivamente presidente del Collegio sindacale e presidente del cda del Palermo. Al momento, in conseguenza della retrocessione del Palermo, il Perugia, 8° in classifica, disputerebbe i playoff al posto del Palermo e il Venezia si salverebbe lasciando il Foggia e Salernitana a disputare i playout.
Se dovesse essere confermata la condanna del Palermo, i playoff muterebbero così: primo turno Verona-Perugia e Spezia-Cittadella. In semifinale il Benevento aspetterebbe la vincente di Spezia-Cittadella e il Pescara la vincente di Verona-Perugia.

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 1814 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*