SFIDA ALL’EMPOLI DI SARRI

Sarri

Dopo il pareggio ottenuto in extremis sul campo della Sampdoria, gli azzurri di Rafa Benitez si preparano ad affrontare al San Paolo l’Empoli di Maurizio Sarri, nel “lunch match” del quattordicesimo turno di campionato (domenica, ore 12,30).
EMPOLII toscani, dopo un periodo difficile, sono in buon momento di forma, ed in classifica hanno 14 punti, frutto di 3 vittorie, 5 pareggi e 5 sconfitte, con 14 gol fatti e 19 reti subite. La squadra di Sarri sin da inizio stagione ha dimostrato di saper giocare un buon calcio, portando all’attenzione degli addetti ai lavori numerosi giovani italiani, cosa che non può non rappresentare una nota di merito per la società neopromossa.
Dal punto di vista tattico l’Empoli, che ha appena raggiunto gli ottavi di Coppa Italia battendo per 2-0 il Genoa con le reti di Laxalt e Mchedlidze, scenderà in campo con il 4-3-1-2. In porta ci sarà Luigi Sepe, di proprietà del Napoli, arrivato in Toscana dopo due stagioni in cadetteria tra Pisa e Lanciano. Il classe’91 fece il suo esordio in massima serie a 17 anni proprio con la maglia dei partenopei, in una trasferta a Firenze. La linea difensiva dovrebbe essere composta da Hysaj a destra, da Rugani e da Tonelli, difensore goleador, al centro, e da Mario Rui a sinistra. A centrocampo spazio a Croce, Valdifiori e Vecino. Il trequartista dovrebbe essere Verdi, mentre è in attacco che Sarri ha l’unico dubbio di formazione; affianco a Maccarone si giocano una maglia da titolare Tavano e Pucciarelli.
Per quanto riguarda il Napoli, Benitez dovrà fare a meno di Kalidou Koulibaly, squalificato dopo l’espulsione ricevuta a Marassi. In porta ci sarà Rafael, avanti al quale dovrebbero agire Maggio e Ghoulam sulle corsie laterali, ed uno tra Henrique e Britos al fianco di Raul Albiol al centro. In mediana soliti ballottaggi; come al solito si giocano due posti Gargano, Jorginho,Inler e David Lopez, che al momento appare quasi certo di partire dall’inizio. In avanti, a supporto di Gonzalo Higuain, largo a Callejon, Hamsik e Mertens; occhio però a De Guzman, che dopo le ultime prestazioni positive potrebbe spodestare nelle gerarchie azzurre uno tra lo slovacco ed il belga.
L’ultimo precedente a Fuorigrotta in Serie A tra Napoli ed Empoli risale alla stagione 2007/08, l’ultima disputata dai toscani nel massimo campionato. In quell’occasione furono proprio gli empolesi ad ottenere i tre punti, vincendo per 3-1. Per il Napoli andò a segno Daniele Mannini.

Bruno Marchionibus

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 971 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*