Si infuriano sempre

 

Dopo tre giorni, restano ancora aggrappati al dito di Sarri e ancor più furiosi per la frecciata di Lorenzo Insigne che in un’intervista ha dichiarato: “ Per la Juventus era come una finale e hanno perso? Sono abituati”.

Poco contano gli attacchi di bile di Buffon, Benatia e Allegri preceduto dal Presidente in quel di Madrid che hanno generato migliaia di vignette nel mondo pallonaro con annessi slogan per insensibilità manifesta.

Attenta Juve che tutti i poteri forti del mondo possono essere abbattuti dallo sfottò che distrugge quando diventa virale e viene compromessa la credibilità di un’azienda intera. Mai tanta attenzione è stata rivolta al bidone della spazzatura come in questi giorni; attenta Juve: essere messi alla berlina è un rischio non calcolato a sufficienza che può restare come macchia anche in caso di vittoria del 7° scudetto.

Poco o nulla si è scritto del Questore di Torino che si è complimentato per la correttezza dei tifosi azzurri, né si è dato conto di pochi imbecilli che hanno scavalcato la recinzione dirigendosi minacciosi verso il settore che ospitava i tifosi vip.
Nessun giornalista di sponda bianconera ha parlato di piagnistei e l’anziano Vittorio Feltri ha superato se stesso, scrivendo su TuttoSport: “ …ma non è vero che i guaglioni di Sarri abbiano dominato. Hanno rimediato un golletto sul filo di lana e gli è andata di lusso beccandosi tre punti pur meritandone uno solo sul piano delle manovre in campo. Sono stati assistiti da San Gennaro; non è un buon motivo per dire che la Juve è una ciofeca destinata a non agguantare lo scudetto”.

Ma dov’è finita l’obiettività che per un giornalista è o dovrebbe essere il primo elemento basilare del codice deontologico? Ma tant’è, anche per “non” essere obiettivi, occorre sagacia e bravura. Significa saper contrapporre fatti piuttosto che parole in libertà per il gusto di offendere.

Vinca o non vinca il settimo scudetto, la Juve e i suoi sostenitori sono in caduta libera soprattutto perché hanno perso lo stile. Saper perdere è un’arte dei grandi.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2056 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*