Si riparte, riprende la stagione del Napoli

QUESTA RUBRICA VUOLE ESSERE UNO SPAZIO APERTO ALLE OPINIONI DEI TIFOSI AZZURRI CHE OGNI SETTIMANA POTRANNO ESPRIMERE IL PROPRIO PUNTO DI VISTA. CON IL GRUPPO “I BASTIONI AZZURRI”, OVVERO CON I “TIFOSI DI NAPOLI E DEL NAPOLI”, TIFOSI NEL BENE E NEL MALE, CONTROPIEDE AZZURRO APRE UN DIALOGO SETTIMANALE VOLTO A COGLIERE PREGI E DIFETTI EMERSI DURANTE LA GARA DEL NAPOLI , E SE QUALCHE BASTIONE AZZURRO CHE VIVE IN ALTRI PAESI DEL GLOBO VORRA’ PARTECIPARE, DARA’ UNA TESTIMONIANZA ANCOR PIU’ APERTA PIU’ OGGETTIVA E PIU’ LIBERA.

********************************************

NAPOLI – SASSUOLO 2 – 0

Commento tecnico a cura di Rodrigo Mazzeo, Bastione Sao Paulo do Brasil

 
Pronti? Via! Bene, Si Riparte! Riprende la stagione del Napoli. E forse non era la condizione piu tranquila per ripartire. Perchè ripartire non è mai facile. Perchè il San Paolo era semi-desertico, come spesso accade nelle gare d’esordio in questa specifica manifestazione a Napoli. Perchè era una gara ad eliminazione diretta e perchè si giocava contro il Sassuolo (la squadra che odio di più nella Serie A, Juve esclusa. Sono capaci di perdere 7-0 contro Inter e Juve, ma contro il Napoli tirano fuori la scienza e fanno – come tante altre – , la partita della vita). E quindi risultato tutt’altro che scontato. Primo tempo con pochissime emozioni. Il Napoli parte bene e trova il gol con la coscia di Milik (il sottovalutato capocannoniere azzurro perchè non è napoletano e non ha il carisma di altri). Poi veramente poco. Il Napoli controlla bene e fa scorrere i minuti. A dieci minuti dalla fine, il VAR (e chi lo direbbe mai?) prova la sua utilità ed annulla un gol dei neroverdi. Nella circostanza, parata plasticamente bellissima, ma tecnicamente non perfetta di Ospina che aveva permesso a Locatelli di mandare la palla in rete. Secondo tempo che era quase come dire che il primo tempo non fosse finito. E forse l’unico cambiamento era la parte del campo in cui attaccavano le squadre. Falli e cartellini gialli a go go, e ci poteva stare anche qualche rosso. Di parate e occasioni, non ricordo nulla di tanto importante. Ma il Napoli sa controllare bene la partita con una fase difensiva molto atenta. Al 70’ è uscito Ounas, uno dei migliori in campo. Due minuti dopo, assist di Miki e tiro forte di Ruiz su cui Pegolo non può nulla. 2-0 e ottavi archivata. Poi entra anche Younes (contentissimo per lui), ma esce Callejon e non Insigne. Come mai? Al 90’ esordio per Gaetano (contentíssimo anche per lui). Esce Milik, ma non Insigne, come mai? Nel finale si fa trovare pronto Ospina su Locatelli, impedendo ai neroverdi di riaprire la partita. Ah, foss a maronn che fosse l’ultima partita in azzurro di gente come Hysaj, Diawara e Rui. Guardiamo avanti e sempre forza Napoli. Ah: Ringrazio l’opportunità di collaborare con contropiede Azzurro, un sito di cui ho fatto parte quando si stava ancora dando “i primi calci”. Sempre um enorme piacere!
Informazioni su Redazione 1599 Articoli
---

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*