Solo applausi per il Napoli determinato che mette alle corde una grande squadra

QUESTA RUBRICA VUOLE ESSERE UNO SPAZIO APERTO ALLE OPINIONI DEI TIFOSI AZZURRI CHE OGNI SETTIMANA POTRANNO ESPRIMERE IL PROPRIO PUNTO DI VISTA. CON IL GRUPPO “I BASTIONI AZZURRI”, OVVERO CON I “TIFOSI DI NAPOLI E DEL NAPOLI”, TIFOSI NEL BENE E NEL MALE, CONTROPIEDE AZZURRO APRE UN DIALOGO SETTIMANALE VOLTO A COGLIERE PREGI E DIFETTI EMERSI DURANTE LA GARA DEL NAPOLI , E SE QUALCHE BASTIONE AZZURRO CHE VIVE IN ALTRI PAESI DEL GLOBO VORRA’ PARTECIPARE, DARA’ UNA TESTIMONIANZA ANCOR PIU’ APERTA PIU’ OGGETTIVA E PIU’ LIBERA.

*******************************************

NAPOLI – PSG  1 – 1

Commento tecnico a cura di FRANCESCO OLIVIERO, BASTIONE MILANO

 
Napoli, 6 Novembre 2018 ore 21:00, è arrivato il grande giorno, anzi la grande notte di Napoli-PSG, una partita sempre sognata, non a caso il San Paolo risponde con il Tutto Esaurito. Ex della partita il Matador Cavani che si prende gli applausi di tutto lo stadio, per nostra fortuna si accomoda in panchina.
Un plauso a tutti i tifosi che per una volta si sono cercati, dopo il benvenuto con lo striscione in napoletano al Parco dei Principi, un gemellaggio fatto per la città . Ci siamo, non può mancare il grande ed unico grido “the Champions”.
Calcio di inizio , NAPOLI (4-3-3): 25 Ospina; 19 Maksimovic, 26 Koulibaly, 33 Albiol, 6 Mario Rui; 5 Allan, 8 Fabian, 17 Hamsik; 7 Callejon, 14 Mertens, 24 Insigne. PSG ? 4-4-2) Buffon, T.Silva, kehrer, Marquinhos, Verratti, Meunier, Bernat, Draxler, Di Maria,Neymar, Mbappe. La prima azione pericolosa al 5 minuto è del PSG con uno scambio Neymar/Mbappe , chiusa dalla difesa azzurra. Al 8 Mertens prova un tiro da 60mt che finisce sulla schiena di Insigne, si cerca di arrivare in area da entrambe le parti, ma le difese sono molto attente. Una serpentina di Neymar al 18 con un grande intervento di Rui a spazzare via la palla dall’area napoletana. Tiro di Callejon fuori , e subito il PSG ci prova con Mbappe, fuori anche il suo tiro.
Punizione di Insigne , palla passata a Rui che crossa per Mertens che purtroppo tira fuori.Siamo alla mezz’ora, Mbappe corre verso la porta di Ospina, ma un gigantesco Koulibaly lo ferma, e subito dopo lo stesso francese inaugura i cartellini con un’ ammonizione per fallo su F.Ruiz, che dopo poco prova un tiro da fuori senza impensierire Buffon. Il secondo ammonito è Kehrer, per fallo su Callejon. Minuto 40 Insigne prova su punizione ad impensierire Buffon, ma il pallone sbatte sulla barriera, 43 minuto una bella giravolta in area sempre di Insigne, deviato in angolo, l’arbitro da 1 minuto di recupero, non si sà per quale episodio, e purtroppo succede quello che non ti aspetti, una palla a Mbappe che entra in area con un paio di finte e passa la stessa a Bernat che insacca la porta partenopea a tempo scaduto, facendo infuriare Ancelotti e i suoi ragazzi, si va negli spogliatoi sullo 0-1, per il Napoli ora si fà dura, ma bisogna rimanere concentrati e cercare di fare risultato. Secondo tempo iniziato con la stessa intensità, gli azzurri vicino al gol due volte con Mertens, Buffon fa due interventi dei suoi, il Napoli c’è e prova a pareggiare. Gli azzurri spingono, azioni pericolose di Callejon, Mertens ed Insigne, solo delle strepitose parate di Buffon tengono inchiodato il risultato. Il Napoli spinge ancora e Callejon si infila in area e viene abbattuto da Buffon e l’arbitro assegna il rigore che magistralmente Lorenzo “il magnifico” realizza, 1-1 e palla al centro. Il PSG non si arrende è fa entrare Cavani, il Napoli cambia Zielinsky per Ruiz e Hysaj per Maksimovic purtroppo in uno scontro si fa male Mertens, a sostituirlo Ounas, il pubblico spinge con tutta la sua voce, siamo quasi al minuto 90, Ounas corre verso la porta e viene atterrato scorrettamente da Verratti che si prende un cartellino giallo, e per proteste ne prende uno anche Neymar, sono 4 i minuti di recupero, non succede nulla e la qualificazione è ancora tutta da decidere. Finisce 1-1 il Napoli aggancia il Liverpool a 6 punti seguito da PSG a 5 e chiude la Stella Rossa a 4. Un Napoli determinato ed unica squadra imbattuta del girone, i migliori in campo i soliti noti, Allan mostruoso, Koulibaly insuoerabile, Callejon ovunque. Ci vediamo il 28 Novembre contro la Stella Rossa.
Francesco Oliviero
Informazioni su Redazione 1315 Articoli
---

1 Commento

  1. Non so se tra i detti di Boskov c’ era ” Partita finisce quando arbitro fischia” . Due gol presi a tempo semi e più che scaduto indicano che non bisogna rilassarsi neanche un secondo… neanche a tempo scaduto. Per il resto grande partita anche perchè gli avversari ci hanno preso la misura. Buona novità Maksimovic in fase propositiva. Il girone di ferro si sta rivelando uno dei più aperti e sarà dura per tutti in quanto i due ” mostri sacri ammazza girone” non sono affatto tali.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*