Solo una vittoria al 95′ o un punto di svolta?

Una temperatura polare, un campo in cattive condizioni, un arbitro inadeguato, una Sampdoria concentrata come non mai ed un Napoli, magari un po’ sulle gambe per il lavoro svolto in questi giorni, lontano dal suo standard di gioco ma determinato, rappresentano l’analisi di una partita che segna di sicuro un’ inversione nella stagione degli azzurri.

Sul campo la risolvono un Gabbiadini stile centravanti e il redivivo Tonelli, ma l’artefice è sicuramente Sarri che finalmente osa al punto di cambiare in corso la squadra cercando di rimettere in sesto il risultato sino a schierare ben quattro punte.

A ben pensare il Napoli visto all’opera nel secondo tempo di ieri sera può essere definito una squadra laboratorio.

Marek Hamsik un buon secondo tempo in un ruolo da playmaker
Marek Hamsik un buon secondo tempo in un ruolo da playmaker

Una difesa inedita per tre quarti, un centrocampo senza un vero punto di riferimento, anche se Hamsik con i suoi lanci ed i suoi tagli in verticale ha mostrato una volta di più tutte le sue grandi capacità, schierato di fatto a due ed un attacco improvvisato capace di costruire in una ventina di minuti almeno quattro limpide palle gol.

Il tecnico, nel dopo gara, ha puntualmente detto la verità. Sono state tutte mosse disperate, dettate dalla necessità e dalla superiorità numerica, creatasi per l’espulsione di Silvestre. In realtà sono tutte variazioni che la squadra ha mostrato di sapere proporre per la ricchezza e la grande scelta che offre la sua rosa.

Questo Napoli con l’inserimento di Pavoletti, il ritorno di Milik e il rientro di Koulibaly e Ghoulam dalla Coppa d’Africa è una volta di più una squadra di vertice.

Il finale è dedicato a Gabbiadini. La determinazione dell’attaccante bergamasco vista ieri sera, purtroppo, è nuova per chi lo segue da quando è arrivato a Napoli.

Sarri ha dichiarato che non ha, ad oggi, notizie di una sua cessione. Quasi certamente la punta andrà via, ma fuori posto sono le parole di chi oggi, dopo due gol sicuramente importanti, il rigore a Firenze e la palla accompagnata in rete ieri sera, pretenderebbe di trattenerlo.

L’opportunismo è una pratica quotidiana, gli equilibri di uno spogliatoio sono un’altra cosa. Dopo l’intermezzo della Coppa Italia inizia il girone di ritorno che il Napoli dovrà affrontare tenendo sempre ben presente la gara giocata contro la Sampdoria.

Giovanni Gaudiano  

Giovanni Gaudiano
Informazioni su Giovanni Gaudiano 751 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*