Sorteggi truccati, parola di Blatter

Interessante scoprire come si possano truccare i sorteggi delle competizioni internazionali: lo ha rivelato Sepp Blatter, da sempre ritenuto da Diego Maradona “il male” in sé. In un’intervista rilasciata al quotidiano argentino “La Nacion”, l’ex capo della Fifa accusa l’Uefa di aver truccato i sorteggi: “Sono stato testimone diretto di sorteggi truccati nelle competizioni europee. Alla Uefa mettevano le palline in frigo prima del sorteggio così, chi le toccava, poteva sentire subito la differenza e indirizzare la pesca”. Così parlò Sepp Blatter, squalificato per aver avuto traffici poco chiari con il presidente della Uefa Michel Platini, ma il re della Morale, rivolge parole dure anche contro Artemio Franchi, presidente Uefa dal ’73 all”83. “Si può imbrogliare – ha precisato – senza difficoltà durante il sorteggio anche se milioni di spettatori sono lì ad assistere all’evento. Io l’ho visto con i miei occhi. E’ stato come barare ed era per una competizione europea. Solo un club ha pilotato il tutto e si è trattato di un club italiano. Le palline sono facilmente identificabili riscaldandole o raffreddandole. Io ne sono testimone”. “Però – e c’è da crederci (?) – io non ho mai sorteggiato nulla, altri presidenti invece l’hano fatto. Io sono stato pulito fino all’ultimo. Non ho mai violato la legge e ho la coscienza a posto”.

A chi è indirizzata la bomba? Perchè ora ? Che cosa potrebbe dire che non ha detto?

E ripensando ai sorteggi del Napoli verrebbe la voglia di sapere se la pallina degli azzurri era calda o fredda: stranamente sempre inserita in gironi di ferro. Ma quando non bastava era sufficiente un arbitro in serata “no” per fermare il cammino di un’estranea al potere.

Il 25 agosto 2016, a Montecarlo, milioni di spettatori assisteranno all’estrazione dall’urna: chi vigilerà?

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2060 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*