STRISCIONE DELLA VERGOGNA?

Allo Juventus Stadium tentano di insultare: nulla di nuovo.

Un po’ ovunque, si parla dello striscione vergognoso apparso allo Juventus Stadium. Ne ha parlato tg3, i quotidiani online, quelli sportivi, ma non Sky e Mediaset che forse ritengono l’episodio non più occasionale ma sistematico. Eppure stavolta si è trattato di vendetta trasversale, mutuata dalla cultura mafiosa: Dortmund Scheibe, Catania m… e Napoli col….La colpa di Dortmund è stata quella di gemellarsi con la tifoseria azzurra che a sua volta è gemellata con quella di Catania. E i tifosi del Napoli ben ricordano l’arrivo in città dei tedeschi a passeggio in Via Caracciolo circondati dai napoletani che scattavano selfie per ricordare: così pure allo Stadio Collana, i giocatori del Dortmund per un allenamento defaticante, accolti dai tifosi con striscioni e cori. Gli insulti dei bianconeri, e non solo, possono essere spiegati soltanto da psichiatri: anche sugli spalti di San Siro, all’Olimpico, al Dallara, si insulta il Napoli anche quando non c’è. Il branco ha bisogno di odiare per legittimare se stesso: un superuomo da serie C. Un superuomo di camorra. Ben venga il progetto partito sabato scorso da Firenze di cui Fiona May è stata testimonial “Razzisti? Una brutta razza (e non li vogliamo allo stadio), perché un passo alla volta i discriminati saranno loro: i razzisti. Un passo alla volta diverranno materia per Crozza, gente che fa ridere.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2056 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*