Trentunesima giornata di campionato, vigilia di Champions e Europa League

La quinta sconfitta in campionato è stata anche la più inaspettata: il caparbio e ben messo in campo Empoli avrebbe potuto poco contro un Napoli determinato. Invece anche gli azzurri solitamente più “dentro” la partita, come Allan e Koulibaly, hanno staccato la spina. Un calo di tensione che tutto sommato è legittimato dal pensiero ai quarti di finale di Europa League da giocare contro l’Arsenal; eppure, come hanno rimarcato i protagonisti azzurri, è il vincere questo tipo di partite che certifica la grandezza assoluta di una squadra a livello mentale. Difficilmente Ancelotti consentirà questo tipo di atteggiamento anche con l’avversario del prossimo turno, un Genoa abbastanza derelitto e a cui mancheranno Zukanovic e Romero.

Trentunesima giornata di Serie A che arriva quindi provvidenziale per le squadre come Napoli, Lazio e Milan, che cercheranno un immediato riscatto.
PARMA-TORINO  Si comincia con l’anticipo delle 15 di domani, sabato 6, tra il Parma e il Torino (Sky). Gli emiliani sono reduci da diverse brutte sconfitte (le ultime due, per 1-3 e 3-2 contro Atalanta e Frosinone), e saranno privi di Gervinho, Inglese e Biabiany: si profila un inedito tridente Sprocati-Ceravolo-Di Marco. Il Torino al contrario gioca sulle ali dell’entusiasmo: dopo la vittoria sulla Sampdoria è settimo e giocherebbe l’Europa League. A Zaza e Belotti il compito di far sognare i tifosi granata.
JUVENTUS-MILAN   Alle 18 la Juventus ospita il Milan (Sky). Bianconeri con una formazione rimaneggiata, data l’infermeria piena e la prudenza pre-Ajax. Caceres potrebbe trovare spazio in difesa a scapito di Cancelo, in attacco potrebbe essere avanzato Alex Sandro (per far riposare Mandzukic) ad affiancare Kean e Bernardeschi. Sponda Milan, Gattuso potrebbe riproporre il 4-3-1–2 visto contro l’Udinese, con Suso trequartista al posto dell’infortunato Paquetà. In attacco ancora una chance per il tandem Cutrone-Piatek.
SAMPDORIA-ROMA   Alle 20.30 un’altra sfida europea vedrà contrapporsi Sampdoria e Roma (DAZN). Giampaolo dovrebbe dare fiducia a Saponara e Defrel al fianco di Quagliarella. Giallorossi che dovrebbero confermare l’undici visto contro la Fiorentina (un 4-4-2 con Schlick e Dzeko in attacco) ad eccezione di Olsen, che potrebbe riprendere il suo posto tra i pali. Fiducia anche a Karsdorp sulla destra.

FIORENTINA-FROSINONE   Lunch match di domenica al Franchi tra Fiorentina e Frosinone (ore 12.30, DAZN). Tra le file viola, Chiesa potrebbe ritornare titolare, dopo lo scampolo di partita dell’Olimpico. Il Frosinone cerca una vittoria che significherebbe una clamorosa rimonta nella lotta salvezza, nel 3-5-2 di Baroni spazio a Ciano e Ciofani in attacco.
UDINESE-EMPOLI  Solo due match sono previsti alle 15. Su DAZN sarà visibile Udinese-Empoli, fondamentale sfida per entrambe le compagini in chiave salvezza. I toscani dovrebbero confermare la squadra che ha battuto il Napoli; i friulani, dopo il pareggio a San Siro, cercano una vittoria casalinga che li allontanerebbe dalla zona rossa: a Pussetto e Lasagna il compito di far felice Igor Tudor.
CAGLIARI-SPAL   Il secondo match, in onda su Sky, sarà Cagliari-Spal. Squadre che arrivano alla partita con stati d’animo opposti: i ferraresi con l’entusiasmo dopo una vittoria di prestigio, i sardi beffati dalla Juventus e che hanno assistito all’ennesimo (ma non nuovo per quello stadio) esecrabile episodio di razzismo. L’augurio è che al di là dell’aspetto sportivo, si assista ad uno spettacolo civile sugli spalti.
INTER-ATALANTA   Anche alle 18 sono in programma due partite (entrambe in onda su Sky). L’Inter affronta al Meazza l’Atalanta, in una sfida che negli ultimi anni ha sempre regalato emozioni. Per Gasperini sono da valutare le condizioni fisiche dopo la partita di giovedi con il Bologna; Spalletti si affida al “figliol prodigo” Icardi, che ha già timbrato il cartellino a Genova, appena rientrato. Politano, Nainggolan (favorito su Joao Mario) e Perisic (anche lui tornato al gol) dovrebbero supportare l’argentino.
NAPOLI-GENOA  Infine, alle 20.30 gli azzurri di Carlo Ancelotti affronteranno al San Paolo il Genoa (Sky). Maksimovic dovrebbe riprendere il suo (ormai abituale) posto al centro della difesa. Malcuit è favorito sull’out di destra, mentre Verdi potrebbe avere una nuova chance dal primo minuto, con Zielinski a sostituire uno tra Allan e Ruiz. Mertens-Milik la probabile coppia di attacco. Sponda rossoblu, l’emergenza in difesa dovrebbe portare Criscito e Gunter a costituire un’inedita coppia di centrali. Centrocampo muscolare con la probabile scelta di Radovanovic, Lerager, Rolon e Lazovic, mentre a Sanabria e Kouame sarà affidato il compito di bucare Meret.

BOLOGNA-CHIEVO   Il turno si concluderà lunedi 8 con la sfida tra Bologna e Chievo (ore 20.30, Sky). Ai clivensi il compito di colmare il distacco di motivazioni inevitabile tra le due squadre, con gli emiliani che avranno una grande occasione di staccare le altre pretendenti alla salvezza.
Tra sfide ravvicinate i risultati a sorpresa difficilmente mancano: ed in questa Serie A, sarebbe sicuramente una buona notizia.

Claudio Urciuolo

Claudio Urciuolo
Informazioni su Claudio Urciuolo 52 Articoli
Collaboratore

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*