Tutto fermo, il Collana non riapre

Questa mattina, il Presidente della 5^ municipalità, Paolo De Luca ha promosso un flash mob dinnanzi alle saracinesche dello Stadio Collana per ricordare che l’ex cittadella dello sport al Vomero è ancora chiuso. Dopo la sentenza del Consiglio di Stato che, di fatto annulla l’aggiudicazione da parte dell’ATI del bando regionale, tutto resta nel caos. Il ricorso vinto dalla Giano, ovvero l’altro consorzio che aveva partecipato al bando di concorso, non chiarisce quale scenario ora si apra. “L’importante, l’unica decisione che deve essere presa – ha dichiarato Paolo De Luca – è la riapertura dell’impianto sino all’estate perché il Collana è un bene dei cittadini”. Lo stesso Presidente teme che in questo momento nessuno possa assumersi delle responsabilità, tuttavia si augura che il Comune possa ancora una volta porsi da intermediario tra la Regione e la Giano. “Non è detto che non si debba rivedere la validità del bando a questo punto– ha chiarito De Luca – , quindi, in questo momento la Giano stessa non ha un ruolo. E’ urgente – ha concluso – che ci sediamo attorno ad un tavolo di discussione per giungere ad una decisione se non vogliamo che nulla si muova”. Ora non esiste un programma, né una strategia e intanto l’ipotesi di un Collana che possa ospitare le Universiadi è più concreta se si troverà un accordo. La prima ipotesi è che in una “vacatio legis” il Comune assuma sino all’estate la gestione temporanea; la seconda, che le parti un causa possano trovare un accordo funzionale secondo il quale la Giano esprima un progetto di collaborazione magari con il Comune ed una riqualificazione dell’impianto.
Ora il Collana è chiuso ma nei prossimi giorni la Regione, proprietaria dell’impianto dovrà confrontarsi con il Comune ed assumersi le proprie responsabilità : che sono tante.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2111 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*