Un altro Sarri dopo le parole di Diego

Dopo il trionfo al San Carlo, Maradona ha dimostrato tutta la sua onestà intellettuale scusandosi personalmente con Sarri, a Castel Volturno, per le perplessità espresse sul suo conto un anno fa. Saper chiedere scusa è merce rara al tempo d’oggi, se poi a farlo è un grande personaggio come Diego, ecco che la notizia diventa in un niente “virale”.

Al tecnico napoletano, visibilmente emozionato per aver potuto abbracciare il suo mito, gli sarà sembrato di sognare nell’ascoltare quel “Ti chiedo scusa, sei un grande allenatore!”. Sentirsi definire in quel modo dal più grande calciatore di tutti tempi sarà stata una botta di adrenalina pura che, per uno come lui che viene da una lunga e faticosa gavetta, varrà sicuramente più di dieci partite vinte di seguito. E gli effetti positivi di quella frase sono apparsi evidenti già nella conferenza stampa di oggi in cui il tecnico azzurro ha sbalordito tutti affermando che lui, per il secondo posto, non firmerebbe mai. Parole, queste, forse pensate ma finora mai espresse. A conferma di quanto dicevano tutti gli azzurri scudettati, secondo i quali nessuno al mondo sapeva “caricare” meglio del loro capitano…

Roberto Rey    

 

 

Roberto Rey
Informazioni su Roberto Rey 788 Articoli
Vignettista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*