Un anno alla Roma per poi arrivare alla Juventus, Icardi e consorte avrebbero accettato

Le ultime novità di un calciomercato infinito riguardano Mauro Icardi che oggi sembra più vicino alla Roma che alla Juventus. Le bombe di Vlad, sito indiscreto e pettegolo di un calciomercato minuto per minuto, dicono che Maurito sta per abbracciare la Roma. L’operazione avviata con l’aiuto di Nike, imbastita da Marotta e Petrachi e portata avanti con l’avallo di Wanda Nara porterebbe Icardi in giallorosso, in cambio di 40 milioni più Edin Dzeko, che potrà finalmente abbracciare Conte.
L’unica possibilità che possa far saltare l’operazione, al momento, è che la Juventus riesca in pochissimi giorni a piazzare Dybala. L’ingarbugliata situazione in casa Juventus, per ora, ha frenato la trattativa, con la Roma che si è abilmente intrufolata per accaparrarsi le prestazioni di Maurito. La novità potrebbe essere una clausola (pro Juve) che Icardi avrebbe chiesto laddove tra un anno il club bianconero dovesse rifarsi sotto con i giallorossi. Difficile che la clausola possa essere “ufficializzata”, ma le indiscrezioni ci raccontano di questa esplicita richiesta dell’entourage dell’argentino. Richiesta che sarebbe stata anche accettata dal club giallorosso, ovviamente dietro esborso di una cifra vicina ai 70 milioni di euro.”

Sulla stessa lunghezza d’onda è il Corriere dello Sport che, innanzitutto riferisce di un bond, o meglio un prestito di 275 milioni accordato ai giallorossi (propedeutico a Icardi?) che spiegherebbe anche l’allargamento delle maglie per i parametri economici che dovrebbero essere alterati. Si legge sul CorSpor: “ Al di là dei soldi da versare all’Inter (che sarebbe pronta a inserire una clausola per impedire un’eventuale cessione di Maurito dopo un anno alla Juventus) a titolo d’indennizzo, che verrebbero in parte coperti dal cartellino di Dzeko con tanto di preziosa plusvalenza, la Roma dovrebbe offrire a Icardi lo stipendio più alto mai versato ad alcuno nella sua storia: si parla di circa sette milioni di euro netti, proposta già recapitata all’attivissima Wanda Nara. E’ più di quanto la Roma paghi oggi a Dzeko (sei netti) ma per un centravanti che è più giovane di sette anni. Rispetto al rilancio di Higuain, che è nato nel 1987, un recupero tecnico di Icardi è una concreta speranza di stabilizzazione economica: nell’estate 2020 Maurito avrebbe “soltanto” 27 anni e sarebbe un asset facilmente collocabile, se tornasse a fare i gol che i tifosi interisti ricordano. Se anche la Roma, tra cartellino e stipendio, stanziasse un esborso da 80- 90 milioni, potrebbe facilmente riprenderseli nel corso degli anni.”

Si va dunque verso l’epilogo della lunga storia a meno di una bomba di mercato negli ultimissimi giorni: al momento Icardi accetterebbe Roma di passaggio per giungere alla Juventus l’anno prossimo.
Intanto il Conte Vlad pubblica il mercatometro e l’affaire Napoli – James si stabilizza sul 90% delle possibilità, ma più che le convinzioni, gli indizi, le logiche, contano le scommesse : “Con il mercato chiuso in Inghilterra e l’Atletico Madrid fuori dai giochi, resta il Napoli in prima fila, in pole. A conferma di ciò ci sono i bookmaker. Infatti, per le maggiori agenzie di scommesse l’operazione si farà sicuramente, si tratta di un pronostico “scontato”, di facile realizzazione. La quota va dagli 1.35 a 1.20, il che significa profitto basso.”
Il Napoli resta a guardare e se Llorente fosse l’unica alternativa per Milik, il Napoli potrebbe attendere anche dopo il 2 settembre.
Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2036 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*