Un super Meret e un Napoli bello a metà portano a casa la vittoria

Napoli-Spal 1-0

Finisce come la scorsa stagione la partita contro gli spallini, a seguito di una gara equilibrata in cui gli azzurri, autori di una prova poco brillante, non riescono a presentarsi con facilità davanti a Gomis. Il Napoli segna nel recupero del primo tempo, gestisce e deve anche soffrire, ma riesce a portare a casa i tre punti in vista della partita del 26 a San Siro contro l’Inter.
La partita di oggi è  stata il battesimo del fuoco per Alex Meret, alla seconda partita da titolare al San Paolo: l’ex-Spal, reduce in settimana dal solito dolore alla spalla che lo tormenta da più di un anno, è il vero artefice della vittoria del Napoli, grazie soprattutto ad una straordinaria parata nel finale che evita la beffa ad Ancelotti e compagnia.

Il tecnico di Reggiolo pensa partita per partita- come lo stesso Insigne dichiara nel pre-partita ai microfoni di Sky Sport, ma le sue scelte comunque sono condizionate dall’importante gara che attende il Napoli a Milano; in difesa torna Hysaj con Albiol, Koulibaly e Ghoulam, a centrocampo Rog e Hamsik sono supportati sugli esterni da Callejon e Zielinski; davanti Mertens e Insigne, con Arkadiusz Milik a sorpresa in panchina (e non subentrato in corso di partita).
La partita è viva, e le due squadre provano a mandare in porta gli attaccanti con lanci a scavalcare la linea di difesa; al 6’ Napoli va vicino al gol con Rog, che vince un contrasto in area e da posizione ravvicinata va alla conclusione,ma Gomis riesce tranquillamente a respingere.
Al 10’ l’arbitro La Penna annulla ad Insigne per fuorigioco: l’azione nasce da una gran palla di Hysaj per Zielinski che la mette a rimorchio per Mertens, Cionek respinge la conclusione e Insigne la mette in rete. Il talento di Frattamaggiore era in fuorigioco, ma alla VAR si valuta se la deviazione di Cionek avesse o meno sanato la posizione irregolare di Insigne; dopo qualche minuto la VAR conferma il fuorigioco, ma anche Lele Adani, telecronista di Sky Sport, ha qualche dubbio.
La partita stenta a decollare per gli azzurri ed anche Ancelotti è arrabbiato, in quanto vede che i suoi giocatori riescono a stento a trovare la profondità; il Napoli, la squadra che ha segnato più gol su azione nel campionato, riesce a sbloccare il risultato su calcio d’angolo, con Raul Albiol che al 45’+1 spizza su tutti e manda in porta. E’ 1-0 Napoli, al momento giusto.

Nel secondo tempo il Napoli approccia bene, e subito Insigne e Callejon si rendono pericolosi e impegnano Meret; ma anche la Spal adesso comincia ad affacciarsi alla porta azzurra, e Schiattarella impegna Meret che è costretto a mandare il pallone in calcio d’angolo.
Le squadre sono più lunghe, e come Mertens ha la palla per raddoppiare, anche Lazzari e Fares provano a entrare col pallone in area del Napoli; ma Koulibaly ha l’occasione al 68’ di fare gol ancora una volta da calcio d’angolo e di chiudere i giochi, spedendo la palla di pochissimo lontano dal palo. Ancora una volta si rende pericolosa la Spal con Paloschi che scappa ai due centrali e riesce a concludere, con Meret che blocca agevolmente.
Dopo la traversa di Insigne anche Mertens, poco prima di uscire al posto di Diawara, manda la palla sul palo a seguito di una ripartenza straordinaria del duo frattamaggiore-belgio.
Va sottolineata una pessima gestione della partita dell’arbitro La Penna, autore di numerose sviste da una parte e dall’altra; clamoroso è l’errore sul tocco di mani in area di un giocatore della Spal,che non è stato segnalato neanche dal VAR. “Non capisco se la regola è cambiata e non ce lo hanno detto”– così Carlo Ancelotti ai microfoni di Sky Sport nel post partita: nel complesso sia l’arbitro che la VAR non si sono rivelate all’altezza della Serie A.
Nel recupero Alex Meret si veste da Babbo Natale; è prima reattivo su Paloschi nell’uscire e bloccare il suo tiro, ed è straordinario quando, sugli sviluppi di un corner, riesce al 90’+3 a evitare che la palla entri nell’angolino. Un super Meret, e un Napoli bello a metà, portano a casa la vittoria.

Massimiliano Pucino

Massimiliano Pucino
Informazioni su Massimiliano Pucino 217 Articoli
Collaboratore

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*