Un test valido per Ancelotti in attesa di due attaccanti

“Il risultato è poco commendabile, si fanno esperimenti e si cerca di modulare il carico.” Per Carlo Ancelotti la vittoria contro il Feralpisalò è stato un test valido per saggiare i movimenti, il modulo a seconda se si affronta una squadra con difesa a tre, un modo per mettere a punto la fase offensiva. E’ una fase di studio che deve tener conto di tante assenze e anche dell’apporto in campo di giocatori che probabilmente non vestiranno la maglia azzurra nel prossimo campionato. Tuttavia la condizione è nella norma: “Abbiamo fatto solo aerobica, – chiarisce Ancelotti – non siamo ancora passati alla forza e alla velocità e lo faremo nei prossimi giorni. Stiamo lavorando molto con la palla e senza carichi esagerati, non credo sia più necessario nel calcio di oggi. Non è necessario ‘ammazzare’ i giocatori Ad inizio campionato saremo pronti”.

Trapela però anche qualche interessante notizia, a cominciare da Mario Rui più volte accostato al Torino: “Non è sul mercato. Lui e Ghoulam sono una coppia valida e ben affiatata. Ghoulam è recuperato, il portoghese l’anno scorso ha fatto un buon campionato”. E anche su Insigne, Ancelotti sembra aver recuperata interamente la fiducia:” Per me può giocare dappertutto, ma gli allenatori devono essere attenti al feeling con i calciatori Lui predilige giocare lì e proviamo a sfruttarlo lì, oggi ha fatto bene. Per noi è molto importante che lui prenda iniziative”. Parole di fiducia pure per Gaetano che lavora sodo per restare al Napoli: “La posizione nuova a centrocampo gli si addice. Sta acquisendo fiducia, si trova bene lì. È un giocatore che mi piace molto e credo che possa restare, ma sono valutazioni che faremo anche con la società”. Infine un accenno al mercato: “Pochi sanno che questa società a livello di mercato ha personaggi di valore assoluto. Credo che al 31 agosto saremo tutti contenti. La poltrona vuota sarà riempita? Potrebbe essercene anche una quarta”. E sembra evidente che Ancelotti consideri la società decisa ad acquistare due attaccanti.

Intanto per la questione James è scattato il conto alla rovescia: il 29 luglio James Rodriguez dovrebbe raggiungere il ritiro e a quel punto Zidane potrebbe decidere di trattenerlo o verificare l’attendibilità dell’Atletico Madrid: ma sono ipotesi, mentre il Napoli ha bisogno ormai di certezze. Cristiano Giuntoli però non si ferma e pensa ad eventuali alternative, prima delle quali Nicolas Pépé, stella nascente di 24 anni che nello scorso campionato nel Lilla, ha stregato i tifosi di mezzo mondo. Costa molto ed è seguito anche dal PSG e dal Manchester United. Anche la pista Lozano resta calda: 50 milioni ma un ingaggio più sostenibile; infine Malcom del Barcellona, un brasiliano classe 97, anche lui mancino che interessa ad almeno tre club italiani. Piace molto al Napoli, ma anche il Barcellona è in stand by in attesa di conoscere le intenzioni di Neymar.

Le poltrone vuote saranno riempite, parola di Carlo Ancelotti.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 1995 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*