UNA PARTITA PER UOMINI VERI

I settantamila del San Paolo sono pronti a stringersi intorno alla squadra per coronare un sogno che può valere il futuro della società

HAMSIK_WOLFSBURG_2Domenica sera (o lunedì come chiesto da alcuni esponenti della politica per la concomitanza con le elezioni) il Napoli avrà la possibilità di riscattare una stagione nata male e finita peggio. Battere la squadra allenata da Pioli e conquistare la qualificazione Champions è un obiettivo che non si può assolutamente fallire. Per riuscirvi è necessario che l’ambiente si ricompatti e che nessuno commetta errori. A cominciare da Benitez che, senza permettersi di fare altri esperimenti, dovrà restituire la fascia di capitano ad Hamsik dal primo minuto, dicendogli di giocare come preferisce. E non osi il tecnico spagnolo, schierare di nuovo l’insulsa coppia di mediani Gargano-Lopez. Non occorre una laurea in calciologia per capire che lì in mezzo ci vuole qualcuno che sappia distribuire il gioco sulle fasce, e se in rosa ci sono Jorginho e Inler, che giochi almeno uno dei due. E ora veniamo alla squadra. Tutti i giocatori che scenderanno in campo dovranno sapere che un’intera città si aspetta di vedere nei loro sguardi quella ferocia sportiva che è alla base di ogni successo. E se qualcuno pensa di non averla, è meglio che se ne resti a casa. Per battere la Lazio c’è bisogno di undici leoni affamati che mettano paura agli avversari già durante il riscaldamento. Concentrazione, grinta, altruismo e cuore. È questo che i settantamila del San Paolo vorranno vedere nei novanta minuti più importanti della stagione. Loro ci credono ancora e pretendono che lo stesso facciano i calciatori in campo. In ballo, oltre alla dignità del tecnico, dei calciatori e della città, ci sono ben cinquanta milioni di euro che rappresentano il futuro della società. E se il destino è stato così generoso da regalarci quest’ennesima e ultima opportunità, è bene che il Presidente, un attimo prima dell’inizio della partita, scenda negli spogliatoi e chieda, anzi, pretenda dai suoi ragazzi una prestazione da uomini veri.

Roberto Rey

 

Roberto Rey
Informazioni su Roberto Rey 788 Articoli
Vignettista

1 Commento

  1. questo non è il momento delle polemiche e delle ripicche. spalla a spalla come ha predicato da sempre il nostro allenatore. stavolta il tifo azzurro dovrà tornare quello di una volta, il classico dodicesimo uomo in campo. vada come vada. forza napoli.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*