UNA VITTORIA RAGIONATA

Ora è il Napoli in testa al girone a 9 punti: ha ottenuto la prima vittoria ragionata. Benitez ha rischiato molto mandando in campo un ampio turn over con otto cambi e sapeva bene che fosse stato sconfitto il suo Napoli gli sarebbe piovuto il solito rosario di critiche. Ma Don Rafè – e tutti dovrebbero averlo capito – modifica il gioco e gli uomini secondo la personale visione di gioco ignorando i cori, ancor più se stonati. Adesso che il Napoli è tornato, Benitez doveva capire su quanti uomini poteva contare considerando che Zuniga trascorre ormai più tempo col dottor De Nicola che con la squadra; ed anche Michu rischia di non entrare negli schemi del gioco, sia per le conseguenze dell’infortunio, sia perchè da sette mesi non gioca 90 minuti. E allora, contro gli svizzeri, con la testa più che col cuore: la difesa si è allenata in schemi che hanno funzionato al 90% con qualche sbavatura solo nel finale ; Rafael sta prendendo coraggio e ciò gli dà sicurezza. Insigne continua a giocare per la squadra ma cerca, talvolta con frenesia, la via del gol. Mertens deve ritrovare lo smalto, la genialità delle sue giocate talvolta scontate e Zapata ha carburazione molto lenta. Se Duvan fosse arrivato alla corte di Ventura, avrebbe giocato sempre e sarebbe diventato un riferimento per i compagni: nel Napoli, viceversa, dovrebbe stupire nelle poche occasioni che gli si presentano. Ma contro lo Young Boys, si è accesa la luce di De Guzman che, al di là dei gol, ha partecipato al gioco inserendosi da dietro e dando al gruppo una sicurezza in più. Una serata magica che restituisce al Napoli anche la testa. La vittoria sulla Roma trovava forza nei sentimenti diversi e comuni di interpreti e spettatori: la vittoria contro gli svizzeri è nella testa di chi sa che è più forte. E adesso, pensiamo a domenica: ci aspetta Firenze, e non a braccia aperte.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2117 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*