Un’incredibile farsa contro Higuain ed il Napoli

irrati-arbitroAdesso è troppo. Se la stampa nazionale ha deciso come deve svolgersi il campionato, un po’ come ha fatto Marquez con Valentino Rossi qualche mese fa, allora veramente si sta esagerando.

Quello che accade in campo è sotto gli occhi di tutti, basta riguardare i filmati con serenità senza faziosità.

Per chi non lo avesse presente, d’altra parte lo stesso commentatore di Sky durante la telecronaca non si era accorto del secondo cartellino giallo e non sappiamo cosa stesse guardando. Higuain è stato espulso per doppia ammonizione e le mani, che il fotogramma pubblicato in queste ore da tutti mostrano sul petto dell’arbitro, il centravanti azzurro le ha messe non per offendere ma a protezione visto che è stato Irrati che con veemenza si è diretto verso l’argentino.

Non avevamo voluto in fase di analisi soffermarci sulla prestazione arbitrale ma, visto che ci si tira dentro, allora vale la pena dire quello che tutti pensano ma nessuno ha il coraggio di dire.

Quante volte è capitato che ad una squadra in corsa per lo scudetto siano fischiati due rigori contro nei primi 25 minuti?

A memoria stentiamo a ricordarlo. Ma non è tanto questo il problema perché se nello svolgimento di una qualunque gara tale eventualità si verifica è giusto che vengano assegnati. Il particolare, che sembra passato totalmente in cavalleria, è che si tratta di due rigori di cui il primo è discutibile mentre il secondo è del tutto inesistente.

Il tutto in un gara dove la direzione arbitrale è parsa andare in un solo senso, visto che solo negli ultimi minuti, a risultato praticamente acquisito e con il Napoli in dieci, Irrati ha iniziato ad ammonire i giocatori friulani.

Questo atteggiamento palesemente in contrapposizione appare evidente da quanto si legge sulla rosea, il quotidiano che nel passato rappresentava un po’ il faro dell’informazione sportiva.

Il commentatore della moviola attribuisce la sufficienza ad Irrati e ammette come il secondo penalty sia dubbio, anzi inesistente, visto che dice chiaramente come Widmer sia già in caduta prima dell’intervento di Ghoulam. Poi, descrivendo l’azione che decreta la prima ammonizione ad Higuain, dice che il fuorigioco non c’era, il guardalinee ha sbagliato praticamente tutte le chiamate, ma definisce giusta l’ammonizione per l’esagerata reazione di Higuain che di spalle all’arbitro sbatte la palla a terra. Lo stesso commentatore travisa la scena del secondo giallo e poi come novello Dracone sentenzia almeno tre giornate per l’argentino.

A che gioco stiamo giocando? Le proteste reiterate e fuori luogo e le intimidazioni da parte di alcuni giocatori bianconeri che si sono viste nelle ultime gare non hanno sortito nessun provvedimento, perché per il Napoli la bilancia della giustizia sportiva dovrebbe funzionare diversamente?

E’ augurabile che in uno slancio di serietà e onestà, anche se tardivo, Irrati nel rapporto dopo gara si soffermi per Higuain solo sul secondo giallo senza ricamare cose che non esistono.

Giovanni Gaudiano

 

 

Giovanni Gaudiano
Informazioni su Giovanni Gaudiano 751 Articoli
Giornalista

1 Commento

  1. premesso che la sua disamina è ottimamente rappresentata e con tanti motivi oggettivi, penso che è la disparità di trattamento che rende infuocata la polemica.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*