Vada come vada, conferenza stampa di Maurizio Sarri con Callejon e Albiol

Provano a mostrarsi sereni, sorridenti e tranquilli ma sono molto emozionati in modo diverso e rispondono alle domande cercando di non esporsi più di tanto. “Sarà una partita speciale – dice Albiol – ; lo è per i tifosi e per il club ma dobbiamo arrivare senza paura. Daremo il massimo per crescere come squadra e come club”. Ma come si potrà fermare Ronaldo? “ Non solo Ronaldo – dice Albiol – loro sono fortissimi: hanno un attacco dotato di velocità e ripartenze. Non dobbiamo lasciare spazi e riuscire ad essere concentrati e attenti senza pause”. Ma, contro il Real il Napoli cambierà strategie? “ Noi non cambieremo sistema di gioco. Un eventuale pareggio sarebbe un buon risultato, ma difficile, però chi scende in campo deve pensare solo a vincere”. Ed anche Callejon che ha mantenuto tanti contatti nella sua Madrid, dice che “non perdere sarebbe un buon risultato”.
La parola passa poi a Maurizio Sarri che sfoggia una freddezza molto poco credibile: nasconde emozione e sa di rischiare tanto. “Dobbiamo avere faccia tosta: dobbiamo fare la follia di giocare contro i campioni come sappiamo anche per vedere a che punto siamo: poi, vada come vada”. Cambierà qualcosa nel Napoli nel momento in cui il Real dovesse perdere palla? Continuerà a palleggiare? “Noi – chiarisce Sarri -palleggiamo da dietro nell’impostare, ma sulle riconquiste non palleggiamo e la giochiamo in verticale. Dobbiamo essere bravi nelle accelerazioni”. Comunque vada il Bernabeu dà i brividi e il Napoli potrebbe risentirne: “ Brividi? Se mi verranno…., in ogni caso tutto posso accettare, proprio tutto, tranne scendere in campo timorosi”. Il Napoli non è favorito, si sa, ma la prova che lo attende è la certezza di un’esperienza che mai potrà essere cancellata.

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2036 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*