Valeria Iuliano: “Il Napoli è ormai grande, pronto alla definitiva consacrazione”

valeria-iulianoA pochi giorni dal big match del San Paolo contro la Juventus, Contropiede Azzurro ha incontrato Valeria Iuliano, opinionista TV presente in svariate trasmissioni locali e recentemente ospite a Campania Sport su Canale 21. Argomenti principali dell’intervista sono stati i temi caldi legati al momento del Napoli, diviso tra la vetta della classifica da difendere in campionato e le speranze qualificazione ancora vive in Champions.

1) Ciao Valeria. Partiamo ovviamente dalla sfida vinta ad Udine. A differenza delle scorse annate, in cui per ottenere risultati la squadra sembrava dover tenere sempre il piede premuto sull’acceleratore, in questa stagione il Napoli sta dando l’impressione di essere diventato in grado di portare a casa vittorie anche in maniera “sporca”, quando la condizione non è al 100%. Pensi che questo aspetto possa rappresentare la definitiva maturazione dei ragazzi di Sarri ?

<< Quest’anno in campionato il Napoli ha già dimostrato di essere maturato sul piano della gestione dei match: nelle prime partite di questo campionato, ad esempio, ha gestito i primi 45 minuti di gioco per affondare il colpo nella seconda frazione degli incontri. La gara di Udine è solo un’ulteriore conferma in tal senso: il Napoli è ormai grande, pronto alla definitiva consacrazione >>

2) Proiettiamoci sul big match di venerdì contro la Juventus. Dal punto di vista tattico, quali armi potrebbero permettere al Napoli di avere la meglio sui bianconeri ?

<< Conosciamo tutti la forza del Napoli, che è nella creazione di trame di gioco volte a liberare spazi che gli uomini più rappresentativi sono bravi ad attaccare. Sono tante le analisi tattiche che potrei preventivamente fare, in virtù della duttilità di Allegri: in campionato dispone la squadra prevalentemente col 4-2-3-1, raramente con il 4-3-3, in Champions invece con il 4-2-3-1, il 4-4-2 e il 3-4-3 (o 3-4-2-1), schierato ultimamente contro il Barcellona. Possiamo aspettarci di tutto, anche la decisione di disporre la squadra a specchio, col 4-3-3, per creare duelli individuali a tutto campo. I bianconeri sono un’incognita tatticamente, perché ancora sono in una fase di sperimentazione: i tanti gol subìti sino ad ora hanno messo in allarme il tecnico toscano, che è da poco tornato alla difesa a 3. Dando per scontato che Allegri schiererà la squadra come nelle ultime apparizioni (3-4-2-1), l’unica difficoltà che il Napoli potrà palesare è sulle fasce: perché gli esterni di centrocampo della Juve potrebbero godere di troppa libertà e, conseguentemente, sui settori esterni di campo si potrebbero creare – in loro favore – situazioni di superiorità numerica con i trequartisti che si allargono sugli esterni. Dovremmo far girare continuamente palla da una fascia all’altra di campo, costringendo i tre difensori centrali ad uscire e rientrare continuamente: il Napoli può così togliere equilibrio difensivo alla Juve.
Il nostro vantaggio potrebbe palesarsi anche nel pressing offensivo: attraverso un’aggressione alta ed efficace si creerebbero dei 3 contro 3 per loro particolarmente pericolosi (3 difensori contro i nostri 3 attaccanti). Inoltre la nostra superiorità a centrocampo per vie centrali (3 vs 2) potrebbe davvero farci prendere in mano le redini del gioco.
Abbiamo ormai la maturità tattica per poter battere la Vecchia Signora >>

3) Chi ha avuto modo di leggerti o di ascoltarti nel corso del precampionato sa che avevi pronosticato con ampio anticipo sia un’Inter molto più solida di quella degli anni passati, sia una Roma tutt’altro che indebolita rispetto al campionato scorso. Secondo te nerazzurri e giallorossi potranno dire la loro fino alla fine per la vetta della classifica o l’unica rivale reale per il Napoli rimane la Juventus ?

<< È vero, ciò che ho pronosticato ha trovato diretto riscontro nella realtà, ma le mie considerazioni combattevano una certa stampa asservita alle squadre del Nord: ho preannunciato soprattutto un mercato non così galattico da parte del Milan, come volevano farci credere, con conseguente anticipo delle difficoltà che la squadra rossonera avrebbe poi riscontrato nella stagione corrente. Nonostante io consideri competitive Roma e Inter, per esperienza, mentalità, attitudine a non mollare mai, ritengo che la vera rivale del Napoli sia solo la Juventus, pur avendo Spalletti portato cultura del lavoro e mentalità ad un’Inter impegnata su un solo fronte. I nerazzurri non arriveranno più su della terza posizione e la lotta scudetto vedrà ancora una volta protagoniste Napoli e Juventus >>

Pep Guardiola will join Manchester City from Bayern Munich ahead of the 2016/17 season4) Brevemente sulla Champions: pensi che il City onorerà l’impegno in Ucraina nel migliore dei modi o consideri il Napoli già con un piede fuori dalla competizione ?

<< Il Napoli, per cause di forza maggiore, è già con un piede fuori dalla competizione, perché il passaggio agli ottavi non dipende solo dal proprio impegno sul campo, ma dalla volontà di una squadra già qualificata di onorare o meno – fino in fondo – la competizione europea. Decido razionalmente, da tifosa in primis, di non illudermi, ma quel piccolo focolare di speranza è comunque acceso >>

5) Recentemente ti abbiamo visto come ospite a Campania Sport. Come è stato prendere parte ad un salotto sportivo così seguito?

<< È stato emozionante essere invitata la prima volta da un grande del giornalismo sportivo come Umberto Chiariello. Ho avuto modo di conoscere l’immenso Capitano Bruscolotti, così come ho avuto l’opportunità – nelle successive partecipazioni a Campania Sport – di confrontarmi con Gennaro Iezzo, Gigi De Canio, personalità forti che hanno alle spalle esperienze calcistiche rilevanti. L’emozione è stata più nel ricevere l’invito di partecipazione che nel sedermi dietro quell’importante bancone: ho avuto quella sana follia che mi ha fatto credere di essere in grado di poter dire la mia di fianco a uomini di così tanto spessore. Non ho mai avuto il timore di non poter reggere il confronto: sono completamente folle o forse la passione verso il calcio e il giornalismo è così intensa da non farmi percepire alcun limite. Essere apprezzata poi da persone così competenti ed importanti mi ha dato quell’ulteriore carica motivazionale per credere ancor di più che la strada intrapresa sia quella giusta >>

6) In conclusione, dove possono seguirti i lettori di Contropiede Azzurro ?

<< In questo periodo sono presente in diverse emittenti tv, in primis ogni martedì a Stiletv (canale 619 del d.t. oppure in streaming su http://www.stiletv.it/diretta) per parlare di calcio dilettantistico dalla Terza Categoria sino alla Serie D; poi su Capri Event (canali 148 e 271 del d.t. oppure in streaming su http://www.caprievent.it/tv/in-diretta/). Talvolta sarò presente a Campania Sport su Canale21 >>

Bruno Marchionibus

 

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 979 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*