Zaza-Zapata, paZZa idea per gennaio…

Duvan Zapata con la maglia del Napoli e Simone Zaza con quella del West Ham

L’handicap di giocare senza una punta di ruolo sta pesando per il Napoli più di quanto si potesse immaginare. La crisi di risultati è evidente, nonostante la squadra si stia esprimendo su ottimi livelli.

A questo punto, con la Juve che si avvia a vincere il sesto scudetto consecutivo, sarebbe forse meglio limitare i danni fino a gennaio, adottando un tipo di gioco più prudente, dopodiché, con l’arrivo di un paio di punte vere, si potrà tentare di recuperare punti e posizioni in classifica.

Poiché da parte della Società non trapela nessuna notizia di mercato, e ci mancherebbe altro, di seguito proveremo ad azzardare un’ipotesi che, senza enormi esborsi di denaro, parrebbe abbastanza appropriata alle attuali esigenze della squadra.

Considerando l’ormai acclarata esclusione di Gabbiadini dai piani di Sarri, sarebbe preferibile dare il giocatore in prestito a un’altra squadra che abbia meno ambizioni e di conseguenza meno pressioni, così da non “svenderlo” a gennaio dopo le opache prestazioni finora fornite, non sempre per colpa sua. Una piazza ideale sarebbe Udine, dove il Napoli giocherà subito dopo la sosta di campionato. Se i Pozzo, amici da sempre del Presidente De Laurentiis, accettassero la proposta di uno scambio con Zapata a gennaio, il Napoli potrebbe prendere due piccioni con una fava: avere di nuovo una punta di peso e nello stesso tempo dare a Gabbiadini la possibilità di dimostrare finalmente il suo reale valore, così da rivalutarsi sul mercato.

Ma se si vuole continuare a essere competitivi in Champions e tentare di arrivare tra le prime tre in campionato, il solo Zapata di sicuro non basta. Occorre pertanto acquistare un’altra punta che sia in grado di alternarsi con il colombiano e che all’occorrenza possa giocarci insieme. Tra i tanti nomi che si fanno in queste ore, Zaza sembra quello più gettonato e pronto a trasferirsi all’ombra del Vesuvio. Con uno dei due in attacco o con entrambi, se Sarri dovesse “impaZZire” e decidere di cambiare qualche volta modulo, si potrebbe attendere con più tranquillità il rientro di Milik e tentare la volata nel girone di ritorno.

Naturalmente, quella appena esposta, non è una notizia di calcio mercato ma solo un’ipotesi che intende animare la discussione tra i tifosi. A risolvere il problema del “centravanti che non c’è” dovrà pensarci la Società che, a quanto pare, si sta già muovendo in gran segreto.

Roberto Rey

 

Roberto Rey
Informazioni su Roberto Rey 788 Articoli
Vignettista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*