Zielinski pronto a vestire l’azzurro

Salgono e di molto le quotazioni di Piotr Zielinski per un prossimo trasferimento al Napoli dopo il no di Klassen che in un sereno colloquio con Cristiano Giuntoli – come ha dichiarato Gianluca Di Marzio a Sky – ha ribadito la volontà di restare ancora un anno con l’Ajax, pronto, il prossimo anno a ridiscutere il passaggio se la volontà della società non dovesse mutare.

E allora Piotr Zielinski, nato a Zabkowice Slaskie, in Polonia il 20 maggio del 1994 è salito nella graduatoria dei possibili rinforzi a centrocampo. Sarà felice Maurizio Sarri che ha chiesto alla Società di poter partire il prossimo 9 luglio per Dimaro con la rosa quasi al completo: in più il tosco-napoletano ha chiesto anche di privilegiare piste “italiane” per un più veloce apprendimento. E potrebbe essere accontentato: Piotr Zielinski è un ragazzo cresciuto nello Zaglebie Lubin, ma già nel 2011 fu acquistato dall’Udinese per 100mila euro e inserito nella Primavera. Debuttò in prima squadra nel 2012 in una gara vinta dai bianconeri per 4-1 contro il Cagliari. L’anno successivo l’impatto (amaro) in Europa League. Poi nel mercato estivo del 2014 passò in prestito all’Empoli ed oggi dopo un esaltante campionato, è pronto a spiccare il volo.

In un’intervista del febbraio scorso, alla domanda sul suo futuro, Zielinski rispose: “Non voglio pensare a quale potrebbe essere la mia prossima squadra prima della fine del campionato: prima devo concentrarmi per continuare a far bene qui ad Empoli. Roma e Napoli? Ovvio che sono squadre importanti nelle quali tutti vorrebbero giocare, ma, ripeto, per ora non ci penso. Sabato sera spero che i partenopei vincano contro la Juve, tiferò per loro A chi mi ispiro principalmente? A tanti, ma ad Hamsik su tutti”.

Spulciando poi nel percorso di questo campionato appena finito, si legge: “Zielinski, assoluta rivelazione della prima metà di stagione”. Successivamente, tra le pagelle solo giudizi positivi come in Empoli-Sampdoria: “Il polacco conferma la sua crescita esponenziale con una gara brillante fra le linee, al servizio dei suoi, avanti”. Contro la Juve: “un’unica macchia in una prestazione più che buona. Sa sempre cosa fare col pallone tra i piedi e va pure al tiro”. E per Empoli- Fiorentina: “Migliore in campo, voto 7,5 “.

Un anno in meno di Klaassen, conosce il campionato italiano, sa capire Sarri, giocherebbe accanto al suo mito. Il Napoli lo attende a braccia aperte.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2087 Articoli
Giornalista

1 Commento

  1. …e già siamo su una seconda scelta. poi io giocatori dell’empoli non li prenderei a prescindere. perchè non sono bravi ? si lo sono, ma non hanno esperienza e personalità. si parla di salto di qualità ? la si compra al mercato.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*