La ranavottola di Fedro

Eh… se ognuno “s’ammesurasse ‘a palla”… come si dice da queste parti… non si rischierebbe di fare la fine della ranavottola…di Fedro
ovvero
‘A ranavòttola schiattata e ‘o voio
‘o peliento s’arricetta quanno vo’ cupià ‘e putiente

Na ranavottola nu iuorno vedette a nu voio int’’a nu pascone e mmediosa pe comme chillo fosse de presenzia grossa abbuttaie ‘a pellecchia soia arrappata; doppo, tutta nturzata, addimannaie ê figlie suoie si essa era addeventata cchiù ddoppia d’’o voio. Chille rispunnetteno “no”. Abbuttaie n’ata vota e cu cchiù fforza ‘a pella e addummannaie comme a pprimma chi ntra ‘e due fosse cchiù gruosso. ‘E ranavuottele dicetteno: “’o voio”. Ntussecata pe chesto, pe ntramente se steva abbuttanno n’ata vota e cu cchiù fforza ancora… facette na botta e se schiattaie.

Rana rupta et bos.
Inops, potentem dum vult imitari, perit.
In prato quondam rana conspexit bovem
Et tacta invidia tantae magnitudinis
Rugosam inflavit pellem: tum natos suos
Interrogavit, an bove esset latior.
Illi negarunt. Rursus intendit cutem
Maiore nisu et simili quaesivit modo,
Quis maior esset. Illi dixerunt bovem.
Novissime indignata dum vult validius
Inflare sese, rupto iacuit corpore.

La rana crepata e il bue

Una rana vide una volta un bue in un prato e presa da invidia per tanta grandezza gonfiò la pelle rugosa; e poi domandò ai suoi figli se fosse più grande del bue. Essi risposero “no”. Tese di nuovo la pelle con maggior sforzo e domandò nello stesso modo quale dei due fosse più grande, essi dissero “il bue”. Sdegnata finalmente mentre tenta di gonfiare se stessa il più possibile, giacque col corpo scoppiato.

Carlo Avvisati

Carlo Avvisati
Informazioni su Carlo Avvisati 51 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*